rotate-mobile
Cronaca Ostuni

Omicidio del commerciante: cade l'ergastolo, sconto di pena per padre, madre e figlio

Uccisione di Giuseppe Maldarella: emessa la sentenza di appello nei confronti del 22enne Lorenzo Moro, del padre Domenico Germano Moro e della madre Cinzia D’Amico

OSTUNI - Sconto di pena per padre, madre e figlio. La corte d’appello di Lecce ha riformato la sentenza della corte d’assise di Brindisi nei confronti del 22enne Lorenzo Moro, del padre Domenico Germano Moro e della madre Cinzia D’Amico, per l’omicidio del commerciante Giuseppe Maldarella, avvenuto a Ostuni il 13 luglio 2019. In primo grado Lorenzo Moro, difeso dall’avvocato Mario Guagliani, era stato condannato all’ergastolo. Padre e madre, difesi rispettivamente dagli avvocati Francesca Conte e Ladislao Massari, erano stati condannati a 22 anni a testa. Ora la condanna, già calcolata la diminuente per il rito abbreviato, scende a 14 anni, sette mesi e 20 giorni di reclusione ciascuno. 

Gli appelli delle difese sono stati parzialmente accolti. Respinta invece l’istanza della Procura generale, che aveva chiesto l’ergastolo per tutti e tre gli imputati. La corte d’appello, presieduta da Vincenzo Scardia, ha escluso le circostanze aggravanti della premeditazione per Lorenzo Moro e dei futili motivi per tutti gli imputati. E’ stata poi “riconosciuta l’operatività della recidiva così come contestata a Domenico Germano Moro ed a Cinzia D’Amico, ritenuta equivalente per entrambi alle già concesse circostanze attenuanti generiche”.  

Gli imputati dovranno inoltre pagare le spese del grado di giudizio in favore delle parti civili. Si tratta della moglie e di due figli di Maldarella, rappresentati dall’avvocato Giuliano Calabrese, e dalla figlia e altri parenti della vittima, assistiti dall’avvocato Delia Quaranta. 

Il 44enne Giuseppe Maldarella fu ucciso al culmine di un litigio fra due famiglie scaturito da una relazione fra Lorenzo Moro e la figlia del commerciante. La vittima fu colpita più volte con un’arma da taglio. Accadde in via D’Azeglio, una stradina della Città Bianca. Gravemente ferito, il 44enne riuscì a raggiungere la propria auto, ma poco dopo perse conoscenza. Il veicolo si fermò all’incrocio fra via Fogazzaro e corso Garibaldi, dove Maldarella fu soccorso dal 118, ma per lui non ci fu nulla da fare. Le indagini sono state condotte dai poliziotti del commissariato di Ostuni e dai colleghi della Squadra Mobile di Brindisi. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio del commerciante: cade l'ergastolo, sconto di pena per padre, madre e figlio

BrindisiReport è in caricamento