Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Cala Materdomini, niente più "barriere soffolte" ma inizio lavori slitta a settembre

Niente più barriere soffolte, un intervento, invece, di ripascimento dell'arenile. Dopo la conferenza dei servizi, queste sono le modifiche apportate al progetto di restyling di Cala Materdomini. E così, l'apertura del cantiere, prevista adesso, nel mese di giugno, è slittata al prossimo mese di settembre

BRINDISI - Niente più barriere soffolte, un intervento, invece, di ripascimento dell’arenile. Dopo la conferenza dei servizi, svoltasi nello scorso mese di aprile alla presenza di tutti gli enti competenti e durante la quale dalla Regione Puglia è stato chiesto un approfondimento del piano di lavoro, queste sono le modifiche apportate al progetto di restyling di Cala Materdomini, l’ex lido della Marina Militare destinato a diventare presto una tra le spiagge più belle del litorale brindisino. E così, l’apertura del cantiere, prevista adesso, nel mese di giugno, è slittata al prossimo mese di settembre, quando, dopo la pubblicazione del bando di gara, in programma a giorni, sarà già stata selezionata la ditta che, con un appalto integrato, si occuperà dell’opera di riqualificazione.

Sono queste le ultime notizie che giungono da Palazzo di Città sull’argomento. Sono quindi ancora ritardi di natura burocratica,  quelli che ruotano attorno alla questione. La tanto attesa data di convocazione della conferenza dei servizi, incontro necessario per l’approvazione definitiva del progetto a cui sarebbe dovuta seguire la pubblicazione del bando di gara e poi l’inizio dei lavori, sembrava rappresentare un piccolo passo in avanti verso la realizzazione dell’intervento. Ma così, poi, non è stato, vista la richiesta avanzata in quella sede, a Bari, dagli addetti ai lavori,  Una veduta aerea di cala Materdomini-3relativa ad  un ulteriore studio del progetto che di fatto ha causato un prolungamento dei tempi, rispetto a quello che era il programma.

Secondo quanto appreso, comunque, adesso il piano di lavoro modificato è pronto e tutta la documentazione sarà sul tavolo della Regione Puglia la settimana prossima per essere nuovamente esaminata dai rappresentanti degli enti competenti nel corso di un’altra conferenza dei servizi. Un incontro, secondo quanto spiegato dall’assessore all’Urbanistica Pasquale Luperti e confermato dall’architetto Giuseppe Casuccio, responsabile del procedimento, volto a chiudere l’iter burocratico e a  cui è strettamente connessa l’emissione del parere di esclusione del progetto dalla valutazione di impatto ambientale che, stando a questi ultimi avvenimenti e considerate le modifiche, sopra citate, dovrebbe essere favorevole.

“Quello relativo alla riqualificazione di Cala Materdomini – ha affermato Luperti – è un impegno importante che l’amministrazione comunale ha preso e che porteremo a termine. Stiamo lavorando per questo. Purtroppo, quando si ha a che fare con la burocrazia, determinati ritardi sono normali, vanno messi in preventivo, spesso non dipendono neanche da noi. In ogni caso, la settimana prossima dovremmo definire tutto, pubblicare, poi, il bando e selezionare la ditta. I lavori credo partiranno a settembre, ma  se gli operai saranno veloci potremmo riuscire a consegnare la spiaggia ugualmente entro la fine dell’anno che è quello che ci auguriamo.”

Vale la pena ricordare che il progetto elaborato dai tecnici del Comune di Brindisi prevede, inoltre, la realizzazione di decine di spazi per la posa degli ombrelloni, la presenza di gazebo posizionati su pedane di legno, un chiosco da adibire a bar, oltre a spogliatoi, toilette, docce e una vasta area parcheggi. Un intervento di restyling, insomma che, come già detto in precedenza, costerà un milione e 300mila euro: un milione verrà reperito dall’amministrazione comunale con mutuo mentre  la restante parte verrà coperta con uno stanziamento della Regione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cala Materdomini, niente più "barriere soffolte" ma inizio lavori slitta a settembre

BrindisiReport è in caricamento