Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Ostuni

Calci e pugni all’imprenditore, milza asportata: imputato patteggia

Tre anni, sei mesi e 20 giorni a Claudio Prudentino accusato di lesioni gravissime: il professionista subì l’asportazione della milza

OSTUNI – Ha ottenuto il patteggiamento della pena Claudio Prudentino, 35 anni, di Ostuni, imputato per l’aggressione ai danni di un imprenditore ediledi Torre Santa Susanna che subì l’asportazione della milza in seguito allo spappolamento: tre anni, sei mesi e venti giorni con l’accusa di lesioni personali gravissime.

Il patteggiamento

L’applicazione della pena è stata chiesta dall’avvocato Angelo Brescia, con il consenso del pubblico ministero Nascimbeni, ed è stata riconosciuta dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi, Vittorio Testi, partendo da una base di otto anni di reclusione.

Il gip ha ritenuto congrua la pena, diminuita fino a un terzo, previo riconoscimento delle attenuanti generiche, con esclusione della recidiva specifica contestata inizialmente a Prudentino.

L’aggressione

La sentenza chiude, dal punto di vista processuale, la vicenda legata all’aggressione del titolare di una ditta edile incaricato dall’imputato di eseguire alcuni lavori nell’abitazione di proprietà di una conoscente dell’imputato. L’imprenditore venne colpito ripetutamente con calci e pugni il 24 ottobre 2017.

Il titolare della ditta venne portato in ospedale, al Camberlingo di Francavilla Fontana: i calci e i pugni causarono la frattura del polo inferiore della milza con emoperitoneo, con conseguente intervento chirurgico necessario per l’asportazione. Da qui la contestazione dell’aggravante che avrebbe portato a una condanna sino a 12 anni.

Il movente

Alla base della lite che portò all’aggressione, stando a quanto accertarono i carabinieri di Francavilla Fontana, c’erano dissidi sui tempi dei lavori. Secondo Prudentino andavano a rilento. Per questo si rifiutò di pagare una seconda fattura. L’aggressione, nel volgere di poco tempo, divenne fisica. Prudentino venne subito identificato e rimase indagato a piede libero dopo la denuncia sporta dall’imprenditore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calci e pugni all’imprenditore, milza asportata: imputato patteggia

BrindisiReport è in caricamento