rotate-mobile
Cronaca

Calcio e integrazione: premiata l'associazione Migrantes/ Video

E' andato all'associazione Migrantes di Brindisi uno dei 5 premi della sezione Storie, assegnati nell'ambito del contest "Una storia con il Sud", organizzato da Fondazione con il Sud. "Giallo, rosso e verde" è la storia di un gruppo di immigrati ospitati nel dormitorio di via Provinciale San Vito che hanno dato vita a una squadra di calcio

BRINDISI – E’ andato all’associazione Migrantes di Brindisi uno dei 5 premi della sezione Storie, assegnato nell’ambito del contest “Una storia con il Sud”, organizzato da Fondazione con il Sud. “Giallo, rosso e verde” è la storia di un gruppo di immigrati ospitati nel dormitorio di via Provinciale San Vito che hanno dato vita a una squadra di calcio. Nato da un’idea di Claudio Longo, ex calciatore brindisino con trascorsi in serie B, il progetto si è concretizzato lo scorso autunno, quando i ragazzi africani, provenienti per lo più da Ghana e Burkina Faso, hanno affrontato la loro prima partita, contro la formazione Juniores della Cedas Avio.  Il team dell’associazione Migrantes ha trovato ospitalità nel campo dell’oratorio dei Salesiani e in quello gestito dalla parrocchia San Vito Martire. Le maglie da gioco rievocano i colori della loro Africa: il verde, il giallo e il rosso.I ragazzi di Migrantes giocano nell'area esterna del dormitorio-3

“I ragazzi – si legge in uno stralcio della storia - sono oggi una vera squadra. Nello spirito e nell’immagine. Agli allenamenti non sono sempre puntuali. Ma che importanza può avere la puntualità per chi ha attraversato il deserto di sabbia e di mare. Raggiungono il campo con biciclette che sono una vera sfida alle leggi della cinetica, a volte al buio, senza luci. Sgambettano felici inseguendo il pallone imprecando in dialetto brindisino (nella foto in alto, una partita nel dormitorio di via Provinciale San Vito). A fine partita con la luce che sbiadisce ripartono come uno sciame e tornano alla loro realtà perché come dice il capitano Issouf: ‘Quando si è poveri è vietato sognare’”.

“La desiderava il mister – si legge ancora nella storia che ha vinto il contest - una squadra di “orfani” quando allenava i settori giovanili e si scontrava ogni giorno con l’ingerenza dei genitori che si illudevano di avere un figlio campione. Questi però sono “Orfani speciali”. Hanno lasciato le loro famiglie in Africa, ma hanno trovato nell’Associazione mamme e padri che non andranno a lamentarsi dall’allenatore e che saranno sempre felici di vederli correre e divertirsi dietro ad un pallone”.

La storia è accompagnata da un minidocumentario realizzato dai video maker Daniele Guadalupi e Valeria Schifeo, che racconta l’entusiasmo (nella foto in basso, un allenamento sul campo dei Salesiani) con Un allenamento nel campo del Salesiani-2cui gli extracomunitari si sono cimentati in questa esperienza: un’avventura che, dopo la pausa estiva, riprenderà a settembre, quando i ragazzi si ritroveranno agli ordini di mister Longo per tornare a indossare i colori della loro terra. 

Tornando al contest, il primo premio è andato al progetto dell'associazione Apriti cuore di Palermo che impegna ragazzi a rischio nel restauro di una storica barca a vela. Premiate anche 5 storie esemplari "Lisca Bianca" e' una barca a vela che ha fatto storia. I suoi proprietari ci hanno vissuto e ci hanno girato il mondo. Ora e' ferma.  "Lisca bianca" e' anche il titolo del video che ha vinto il contest "Una storia con il Sud". Un racconto di inclusione proposto dall'associazione Apriti cuore di Palermo e realizzata dal videomaker Enrico Montalbano.

Il riconoscimento infatti, assegnato dalla Fondazione con il Sud con l'obiettivo di promuovere, diffondere e far conoscere le buone pratiche avviate nel meridione, punta a far incontrare chi "conosce bene" le storie (associazioni e organizzazioni non profit), con chi le puo' "raccontare bene" (videomaker), attraverso video di 3 minuti.   All'iniziativa hanno partecipato complessivamente 113 filmati e 200 storie.

LA STORIA INTEGRALE

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio e integrazione: premiata l'associazione Migrantes/ Video

BrindisiReport è in caricamento