rotate-mobile
Cronaca

Calcio in lutto per la scomparsa dello storico massaggiatore Litti

Aveva 51 anni, era originario di San Pietro Vernotico. Aveva anche vissuto gli anni d’oro del Lecce

BRINDISI – Quel mostro maledetto l’ha strappato alla vita, nonostante Cesare Litti abbia dimostrato coraggio, determinazione e forza. Le stesse qualità apprezzate dai giocatori del Brindisi e del Lecce calcio e dai tifosi per i quali è sempre stato uno di famiglia. Non ce l’ha fatta lo storico massaggiatore delle due formazioni, sportivo da sempre e amante della corsa: è scomparso a 51 anni.

Il lutto

Sono in lutto entrambe le società calcistiche, così come gli amici di San Pietro Vernotico dove Litti è nato e cresciuto. Non ha mai lasciato la sua terra d’origine. Gli brillavano gli occhi quando ne parlava. Stesso amore per il calcio, dimostrato giorno dopo giorno, anche nei momenti più difficili quando non arrivano i risultati sperati e chiesti da chi affolla le tribune o le curve con gli striscioni e si fa sentire con i cori.

I ricordi

Cesare Litti è stato un combattente per tutti.  Anche sotto la sua spinta, grazie alla sua voglia di fare bene, la squadra biancazzurra è riuscita ad arrivare in serie C. A Brindisi e Lecce lo ricordano con le lacrime agli occhi. La notizia della scomparsa prematura è arrivata questa mattina. A Lecce era stato tra i protagonisti degli anni d’oro.

Su Facebook si rincorrono i messaggi di cordoglio. Al social network lo stesso Litti aveva affidato una riflessione in occasione del suo compleanno: “Sembra strano che una semplice ricorrenza di compleanno, una festa intima con i propri cari, gli amici e le tante frasi di auguri ricevute da così tante persone, abbiano l'effetto di provocare dentro l'animo, una ridda di pensieri che vanno dal lusinghevole e gioioso al riflessivo, quasi un bilancio della propria esistenza”.

“Ebbene è quello, cari amici, che mi è successo. Sono felice, perché, malgrado le numerose battaglie e prove sostenute nella vita, mi ritengo fortunato, al solo pensiero di avere intorno a me, una galassia di persone che mi vogliono bene”, aveva scritto. “Le tante testimonianze di affetto mi inorgogliscono, mi gratificano e mi aprono il cuore. Siate per questo sicuri che in esso c'è posto per ciascuno di voi che mai dimenticherò e custodiro' con cura. Vi ringrazio pertanto per la gioia che mi avete dato e vi auguro una vita felice. Buona fortuna”.

Quello è stato l’ultimo compleanno. Nel cuore dei tifosi è stato, è e resterà il massaggiatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio in lutto per la scomparsa dello storico massaggiatore Litti

BrindisiReport è in caricamento