menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La questura di Brindisi

La questura di Brindisi

Cambio gomme alla Porsche, con assegno scoperto, botte ed estorsione

CELLINO SAN MARCO - Pretendeva un cambio gomme speciale per la sua Porsche: senza anticipo, pagamento alla consegna e con assegno poi risultato scoperto. E come se non bastasse, una volta invitato a regolare i conti, avrebbe picchiato e minacciato con una pistola la vittima. Tanto ha dovuto patire un artigiano di Cellino San Marco. In manette un giovane di San Pietro Vernotico, Cristian Tarantino (22 anni)

CELLINO SAN MARCO - Pretendeva un cambio gomme speciale per la sua Porsche: senza anticipo, pagamento alla consegna e con assegno poi risultato scoperto. E come se non bastasse, una volta invitato a regolare i conti, avrebbe picchiato e minacciato con una pistola la vittima. Tanto ha dovuto patire un artigiano di Cellino San Marco, che ieri sera si è fatto medicare all'ospedale del capoluogo di provincia dove gli è stata prescritta una prognosi di 15 giorni per le contusioni alla testa e all'avambraccio. Per lui, calci, pugni e schiaffi, dopo avere subito l'estorsione.

I fatti. Qualche tempo fa nella sua officina si presentò un giovane di San Pietro Vernotico, Cristian Tarantino (22 anni), giunto a bordo di una Porsche Cayenne, che necessitava della sostituzione delle gomme della vettura. Visto l'importo elevato e la disponibilità non immediata di quei pneumatici, l'artigiano chiese un acconto, ricevendo per tutta risposta un netto rifiuto da parte di Tarantino, offeso dalla pretesa avanzata. Intimorito dalle minacce, l'artigiano provvedeva comunque a ritirare le gomme e ad effettuare il cambio richiesto, ricevendo in pagamento però non una somma di denaro ma un assegno postale risultato successivamente privo di copertura economica. Alcuni giorni fa il gommista ha chiesto spiegazioni in merito al comportamento assunto dal rampante 22enne, rivolgendosi direttamente ai familiari di Tarantino.

Ieri pomeriggio, quest'ultimo, insieme a un complice, si è presentato nell'officina di autoriparazioni e ha aggredito la vittima, colpendolo con un violento schiaffo sul volto. L'unica colpa dell'artigiano: avergli chiesto quanto dovuto per il lavoro eseguito. Dopo i calci e i pugni, Tarantino ha chiesto addirittura al complice di prelevare la pistola dall'auto e ha minacciato l'artigiano preannunciando ulteriori richieste estorsive. Solo per l'arrivo di altre persone il pestaggio è terminato.

Poco dopo la Squadra Mobile si è messa sulla tracce dei due giovani, intercettando la Porsche Cayenne. L'auto era parcheggiata nei pressi di un bar, a San Pietro Vernotico. All'interno c'era Tarantino. Il giovane è stato così arrestato per estorsione e lesioni personali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento