Cronaca

Campionati europei di equitazione, due ori all'Italia grazie a una cavalla ostunese

E'ostunese la cavalla che ha fatto portare a casa due medaglie d'oro all'Italia ai campionati europei di Aachen 2015, svoltisi in Germania il 14,15 e 16 agosto scorsi. Si tratta di Dance Little Spook, 7 anni, dell'allevamento Quarterdream di Pietro Marseglia e della moglie Helena Converso

OSTUNI – E’ ostunese la cavalla che ha fatto portare a casa due medaglie d’oro all’Italia ai campionati europei di Aachen 2015,  svoltisi in Germania il 14,15 e 16 agosto scorsi. Si tratta di Dance Little Spook, 7 anni, dell’allevamento Quarterdream di Pietro Marseglia e della moglie Helena Converso. Ha gareggiato con il trainer Giovanni Masi de Vargas detto “Dido”, 22 anni che ha conquistato sia l’oro nell’individuale che il trofeo a squadre battendo la favorita Germania.

Alla prova nel Bank Stadium Deutsche c’erano 20 cavalli tra i più belli d'Europa e i loro cavalieri. Il 22enne, che ha già numerose vittorie alle spalle, è stato l’ultimo ad entrare nell'arena. Ha Unknown-3perfettamente condotto la cavalla ostunese nella Sailor Dance. La sua prova ha soddisfatto sia il pubblico che i giudici che lo hanno gratificato con un voto eccezionale di 222 punti che lo ha collocato sul gradino più alto del podio. Seguito dal tedesco favorito in casa Grisha Ludwig che ha ottenuto 221 punti.

Per quanto riguarda il trofeo a squadre l'Italia ha schierato Pierluigi Fabbri su Broadway Jaba, Edoardo Bernardelli su At Andrewood, Francesco Martinotti su Rambo Bo Sun e Giovanni Masi De Vargas su Dance Little Spook, totalizzando 658 punti, due in più dei padroni di casa della Germania (656), mentre in terza posizione si è classificata l’Olanda (644). La competizione era valida anche come qualificazione individuale, con i primi venti binomi che hanno ottenuto l’accesso alla finale: l’azzurro Masi De Vargas ha ottenuto il punteggio di 221.50 punti, il migliore in assoluto al pari del tedesco Grischa Ludwig su Shine My Gun, mentre Martinotti si è classificato terzo con 219.50 punti. Qualificati anche Bernardelli (217) e Fabbri (214.50).

“Ero a Reggio Emilia durante il Derby quando Roberto Cuoghi presidente dell'associazione italiana  Reining nonché presidente Europeo, insieme al coach del team Italia Filippo Masi hanno richiesto a Quarter Dream allevamento di mia moglie un supporto per l'Italia al campionato europeo Fei – racconta Pietro Marseglia - abbiamo scelto come trainer il più medagliato anche se giovanissimo Giovanni Masi detto "Dido" di soli 22 anni, abbiamo guardato in allevamento e visto che l'unica possibilità era di riprendere dal paddok fattrici Dance Little Spook, che ha un palmares stratosferico a soli 7 anni, vincitrice tra le varie gare importanti del Futurity italiano 2011” .

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campionati europei di equitazione, due ori all'Italia grazie a una cavalla ostunese

BrindisiReport è in caricamento