menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Campo da tennis e di basket realizzati senza permesso: sequestro e denunce

Denunciati i quattro proprietari: O.M. e S.A. di San Pietro Vernotico, O.D. e M.C. di Cellino San Marco, per attività edilizia abusiva

CELLINO SAN MARCO - I carabinieri Forestali del Nucleo investigativo (Nipaaf) di Brindisi hanno proceduto di iniziativa a sottoporre a sequestro penale preventivo l’area comprendente un campo da tennis e basket, realizzato in cemento armato con recinzione in pali metallici e rete metallica, all’interno di un centro sportivo gestito da un’associazione, in località Abrizzi nel comune di Cellino San Marco.

Denunciati i quattro proprietari: O.M. e S.A. di San Pietro Vernotico, O.D. e M.C. di Cellino San Marco, per attività edilizia abusiva, integrando il reato di cui agli articoli 31 e 44 del Testo Unico dell’ Edilizia ed Urbanistica (decreto del Presidente della Repubblica n. 380 del 2001).

Le indagini hanno accertato che per la costruzione dell’impianto non era stato richiesto nessun titolo abilitativo al Comune (il prescritto permesso di costruire). Il campo sportivo, non più utilizzabile in forza del provvedimento adottato e trasmesso alla Procura della Repubblica di Brindisi, è stato affidato in custodia alla stessa Associazione sportiva dilettantistica cui è affidato in gestione il centro atletico di cui fa parte.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: situazione stazionaria, ricoveri in lieve aumento

  • Sport

    Happy Casa Brindisi: missione garanzia primato contro Cremona 

  • Cronaca

    Associazione mafiosa, deve espiare sette anni in una comunità

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento