rotate-mobile
Cronaca San Pietro Vernotico

Parchimetri attivi solo per il collaudo, ma la gente non lo sa e paga la sosta

Spuntano i parchimetri e i villeggianti, seppur contrariati, pagano il parcheggio, poi però arrivano gli agenti della polizia municipale e mettono i sigilli alle macchinette perché il servizio non è ancora attivo. Ma chi ha pagato ha perso i soldi

CAMPO DI MARE – Spuntano i parchimetri e i villeggianti, seppur contrariati, pagano la sosta (5 euro per tutta la giornata), poi, però arrivano gli agenti della polizia municipale e mettono i sigilli alle macchinette perchè il servizio non è ancora attivo. Ma chi ha pagato ha perso i soldi.

E' quanto accaduto questa mattina nella marina di Campo Di Mare nel parcheggio di competenza del Comune di San Pietro Vernotico situato all'ingresso della località balneare, dove da qualche giorno sono state installate sei macchinette che gestiscono la sosta a pagamento. Il servizio sarà attivo entro la prossima settimana e verrà comunicato attraverso appositi manifesti e segnaletica, questa mattina le macchinette erano “accese” solo perchè sono in fase di collaudo. I tecnici della società che le gestisce le stavano mettendo a punto, “sono collegate alla sede centrale tramite gps e per essere sottoposte a collaudo devono essere attive e funzionanti altrimenti il sistema satellitare non comunica i segnali emessi dalla colonnina e non si può sapere se funziona bene” spiegano dal comando della polizia locale di San Pietro Vernotico.

Nessuno però aveva messo in conto che i cittadini vedendo il parcheggio invaso di colonnine che indicano che la sosta è a pagamento avrebbero tagliando parcheggio-2utilizzato le macchinette. Con grande sorpresa (proprio perchè non ci sono cartelli che indicano l'attivazione del servizio) alcuni di essi hanno pagato. Altri hanno preferito cambiare zona e mettere l'auto nelle campagne circostanti o nelle strade. In molti si sono lamentanti. Cinque euro al giorno, forse sono un po' troppi. Qualcun altro ha chiesto delucidazioni agli agenti della polizia locale. E solo in quel momento è stata fatta chiarezza. I vigili si sono attivati per mettere le macchinette fuori uso (hanno chiuso con nastro bianco e rosso la fessura dove di mettono i soldi) prima che tutti gli usufruitori di quel parcheggio sborsassero denaro inutilmente. Chi aveva pagato, però, ha perso i soldi.

Non sono mancate le polemiche. I prezzi per una marina con vista su un impianto industriale sono stati considerati eccessivi (sosta minima 30 minuti e 40 centesimi, un'ora 80 centesimi, quattro ore 2,50 e tutto il giorno 5 euro) e soprattutto il parcheggio in questione è in degrado. Alcuni stalli sono pieni di erba e spazzatura e l'immobile che dovrebbe ospitare i bagni pubblici non è stato ultimato, qualcuno deve averlo utilizzato lo stesso ed è pieno di escrementi e pipì ed emana cattivo odore. Insomma non è proprio un parcheggio a misura di villeggianti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parchimetri attivi solo per il collaudo, ma la gente non lo sa e paga la sosta

BrindisiReport è in caricamento