Cronaca

Tanfo insopportabile a Giancola: il canale ostruito ammorba costa e abitazioni

Può una foto trasmettere, oltre alla vista, altri sensi, come, per far un esempio, l’olfatto? Per fortuna in questo caso no. Altrimenti non riuscireste a finire questa frase e vi affrettereste a cambiare pagina o addirittura sito, tanto è forte il tanfo nei luoghi ripresi dalle immagini di BrindisiReport.it

BRINDISI - Può una foto trasmettere, oltre alla vista, altri sensi, come, per far un esempio, l’olfatto? Per fortuna in questo caso no. Altrimenti non riuscireste a finire questa frase e vi affrettereste a cambiare pagina o addirittura sito, tanto è forte il tanfo nei luoghi ripresi dalle immagini di BrindisiReport.it.

Da qualche giorno nel tratto di costa che interessa Torre Testa l’odore che impregna l’aria è a dir poco stomachevole, un olezzo che cozza con il panorama, se si volge lo sguardo verso il mare, ma che trova qualche risposta se ci si volta verso l’entroterra: eccolo lì, il canale Giancola che si fa largo tra la fitta vegetazione per sfociare direttamente nell’Adriatico.

Ostruzione Canale Giancola 2-2-2Da settimane la parte finale del canale, a pochi metri dallo sbocco in mare, è completamente ostruita da detriti (come testimoniato dalle foto di BrindisiReport.it) trasportati dal flusso delle acque, trasformando la foce in una discarica stagnante e maleodorante tanto da far pensare che il canale venga usato anche per scarichi fognari illeciti, pensiero che dovrebbe balenare nella testa di chi è autorizzato ad indagare su possibili azioni illegali.

Il fetore è talmente forte che attraversando il tratto di costa è facile intravedere nelle facce degli automobilista di passaggio espressioni di disgusto, e parliamo di una delle zone più belle del nostro litorale, con la torre diroccata e spinta sull’estremità del dirupo come una sentinella e la spiaggia che si staglia sulla sua sinistra, con la vicinissima spiaggia.

Foce Canale Giancola-2Provare a seguire il canale dalla foce alla sua origine non è cosa facile, la vegetazione, per la maggior parte formata da canneti, nasconde il canale e la strada che dovrebbe costeggiarlo è stata, nel corso degli anni, interessata da un’azione di occupazione edilizia, sono numerose le ville che sorgono all’interno, ad un certo punto si può notare anche un campo coltivato ad ortaggi e frutta, che molto probabilmente finiscono nei piatti dei brindisini.

La situazione sopra descritta non va avanti da pochi giorni, ci si chiede quindi come mai nessun intervento, per appurare le cause che hanno portato la zona a livelli invivibili, tanto è il fetore che circonda questo angolo di costa che in molti ci invidiano. E nessuna iniziativa per liberare il canale dall’ostruzione. Il problema di igiene pubblica esiste ed è innegabile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tanfo insopportabile a Giancola: il canale ostruito ammorba costa e abitazioni

BrindisiReport è in caricamento