menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Capitaneria di porto, esercitazione per abbandono nave

L’equipaggio ha effettuato l'apertura quinquennale del Sistema di evacuazione collettivo di salvataggio

BRINDISI - Esercitazione per abbandono nave nel porto di Brindisi, sotto la direzione  del capo servizio operazioni della Capitaneria  Maurizio Rizzo, alla presenza del comandante  Giovanni Canu. La simulazione ha riguardato la nave della M/N Ro/ro da passeggeri “Red  Star 1”. L’unità, come noto, operante nella tratta Brindisi – Valona e, nel periodo estivo nella tratta Brindisi – Corfù - Cefalonia e Zacinto. Durante la simulazione di emergenza in mare l’equipaggio ha effettuato l'apertura quinquennale del Sistema di evacuazione collettivo di salvataggio.

Come da procedure il Mes (Marine evacuation system) è stato dispiegato con il contestuale ed automatico lancio della zattera di salvataggio asservita. La revisione del sistema d’evacuazione viene svolta ogni 60 mesi ed è stata eseguita proprio in tale data come concordato fra la compagnia di gestione della nave “Seamed trading shipping s.r.l.” e la Capitaneria di porto.

Tali procedure sono state effettuate in maniera autonoma dall'equipaggio dell’unità ed alla presenza del personale tecnico appartenente alla ditta Viking e del personale del nucleo Port State Control – Flag State della Capitaneria di Porto di Brindisi, quest’ultimi hanno partecipato attivamente all’abbandono nave testando in prima persona il sistema Mes. Per la predetta verifica, considerata l’importanza ai fini della sicurezza della navigazione e per la salvaguardia della vita umana in mare di passeggeri ed equipaggio, l’Autorità Marittima di Brindisi ha impiegato il proprio personale, ufficiali e sottufficiali altamente qualificati in materia ed i propri mezzi nautici, in particolare la stessa è stata eseguita alla presenza della Motovedetta CP 844 che è intervenuta con il ruolo di coordinatrice (on scene coordinator).

Le operazioni sono avvenute durante la sosta preventivata a tale scopo nel porto di Brindisi, evitando così di compromettere il regolare servizio di linea che è stato ad ogni modo garantito anche grazie alla disponibilità delle società di navigazione che hanno coadiuvato il Nucleo Intervento Operazioni Portuali (Noip) di questa Capitaneria di Porto nella gestione del traffico e delle operazioni portuali.

Tali complesse esercitazioni rientrano nelle verifiche periodiche svolte da parte dell'Autorità Marittima al fine di garantire il rispetto delle normative nazionali ed internazionali sulla sicurezza della navigazione e salvaguardia della vita umana in mare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento