menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In piazza Raffaello senza autorizzazione: arrestato per evasione

Si tratta del 23nne Gianluca Volpe, sottoposto ai domiciliari dallo scorso 13 febbraio, nell'ambito del blitz Fidelis

BRINDISI – E’ stato sorpreso in piazza Raffaello, al rione Sant’Elia, poco lontano dalla sua abitazione, senza alcuna autorizzazione. Il 23enne Gianluca Volpe, arrestato lo scorso 13 febbraio nell’ambito dell’inchiesta Fidelis, è stato nuovamente tratto in arresto in flagranza di reato, per il reato di evasione, dai carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Brindisi. 

I dettagli dell'inchiesta Fidelis

Il giovane era stato raggiunto da un’ordinanza di custodia cautelare in regime di domiciliari nell’ambito dell’inchiesta condotta dai militari del Norm della compagnia di Brindisi, nei confronti di 37 indagati ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti, estorsioni, porto e detenzione illegale di arma da fuoco e spaccio di sostanze stupefacenti. Volpe, in particolare, è accusato di aver costretto un uomo, mediante violenza fisica, “a saldare i propri debiti nei confronti del gruppo Coffa – si legge nell’ordinanza – per precedenti cessioni di stupefacente”. 

Il giovane è stato bloccato dai carabinieri nel pomeriggio di ieri (giovedì 5 marzo). Di concerto con il pm di turno del tribunale di Brindisi, è stato riaccompagnato presso la propria abitazione, in regime di domiciliari. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento