rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca

A caccia con richiami elettronici vietati: denuncia per bracconaggio e sequestro delle attrezzature

I carabinieri forestali della stazione di Ostuni si sono appostati in contrada Maresca e scoperto il cacciatore mentre sparava ai tordi attirati con un richiamo elettroacustico

CAROVIGNO -  I carabinieri della stazione Forestale di Ostuni hanno individuato, alle prime ore del giorno, un apparecchio elettroacustico, cioè un registratore riproducente il verso dei volatili, posizionato e funzionante nella vegetazione di contrada Maresca, sulle colline di Carovigno. Come è noto, l’ uso di tali apparecchi è vietato dalla legge-quadro sulla caccia in tutto il territorio nazionale, costituendo un indubbio vantaggio per i cacciatori nell’ attirare diverse specie di avifauna facilitandone così l’ abbattimento.

Sequestri caccia Carovigno 2-2

L’ appostamento dei carabinieri forestali ha permesso, dopo un po’ di tempo, di intercettare il possessore del richiamo elettromagnetico, e quindi identificarlo: C.C., di anni 67. Al cacciatore è stato contestato il reato di esercizio dell’ attività venatoria con mezzi non consentiti e pertanto denunciato alla Procura della Repubblica di Brindisi. Sono stati inoltre sottoposti a sequestro il richiamo elettromagnetico (che, in caso di conferma della pena, dovrà essere confiscato), ed il fucile con le munizioni portate al seguito. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A caccia con richiami elettronici vietati: denuncia per bracconaggio e sequestro delle attrezzature

BrindisiReport è in caricamento