Cronaca

Cade da scala alta sei metri in un cantiere e batte la testa: gravissimo un operaio

Un operaio di 63 anni è ricoverato in prognosi riservata all'ospedale di Brindisi per le gravi lesioni riportate in seguito a una caduta da una scala, da un'altezza di sei metri e mezzo circa, avvenuta nel pomeriggio di oggi mentre si stava occupando di lavori edili in una villetta di Torre Santa Sabina (Carovigno).

CAROVIGNO - Un operaio di 63 anni è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale di Brindisi per le gravi lesioni riportate in seguito a una caduta da una scala, da un’altezza di sei metri e mezzo circa, avvenuta nel pomeriggio di oggi mentre si stava occupando di lavori edili in una villetta di Torre Santa Sabina (Carovigno). L’uomo, Cosimo Padalino, a quanto è stato ricostruito avrebbe battuto violentemente la testa a terra. Sul posto si sono recati i carabinieri della stazione di Carovigno e personale dello Spesal della Asl, coordinato dal direttore Cosimo Nicolì, competente in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

A quanto appurato l’uomo, dipendente della ditta Arima, di Carovigno, era alle prese con opere di rifacimento e stava adoperando una scala in ferro. Non è chiara la dinamica dei fatti: non è stato ancora accertato se l’operaio sia scivolato o se sia stata la scala a cadere. Sono stati subito chiamati i soccorsi. Un’ambulanza ha trasportato Padalino all’ospedale Perrino di Brindisi. I sanitari hanno subito compreso che il quadro clinico era molto grave. Lotta ora per la vita, mentre gli investigatori stanno cercando di fare chiarezza sui fatti, una volta avvertito il magistrato di turno presso la procura di Brindisi.

Un'auto del servizio SpesalBisognerà valutare, nella speranza che il lavoratore possa vincere la sua battaglia e riprendere presto conoscenza, innanzitutto se sul cantiere fossero state osservate tutte le prescrizioni previste dalla normativa in materia di sicurezza, ve ne sono di dettagliate che riguardano proprio l’utilizzo di ogni tipologia di scala: dalle scarpe antinfortunistche, ai dispositivi che limitano al minimo il rischio di scivolare o di cadere, oltre all’utilizzo di caschi protettivi. Al luogo in cui si è verificato l’incidente sono stati apposti i sigilli utili a consentire a carabinieri e Spesal di effettuare tutti i rilievi del caso e anche, se necessario, ulteriori sopralluoghi rispetto a quello odierno. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade da scala alta sei metri in un cantiere e batte la testa: gravissimo un operaio

BrindisiReport è in caricamento