menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Servizio straordinario di controllo del territorio: due denunce e due segnalazioni

Complessivamente sono stati eseguiti 4 controlli a persone sottoposte a misure di sicurezza e prevenzione, identificate 69 persone, controllati 42 automezzi, 11 perquisizione eseguite, 5 esercizi pubblici controllati ed elevate 10 contravvenzioni al Codice della Strada

CAROVIGNO - I carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni, a conclusione di un servizio straordinario di controllo del territorio svolto nel Comune di Carovigno, hanno denunciato due persone e segnalate altrettante per uso personale di sostanze stupefacenti.

In particolare, un 30enne di Fasano è stato denunciato per possesso di un coltello a serramanico. I militari lo hanno rinvenuto nel corso di una perquisizione personale e veicolare. La lama del coltello era lunga 7 centimetri. L'arma è stata sottoposta a sequestro.

Un 30enne di Mesagne, invece, è stato sorpreso in stato di alterazione psicofisica alla guida di un’autovettura non di sua proprietà, sottoposto agli accertamenti mediante l’etilometro in dotazione, è risultato con un tasso superiore al limite consentito. La patente di guida è stata ritirata e il veicolo affidato al proprietario. 

Due le segnaalazioni amministrative per detenzione per uso personale di sostanze stupefacenti: un 36enne di Latiano trovato in possesso di 0,5 grammi di marijuana, occultati nella tasca del giubbotto e un 49enne di Carovigno, trovato in possesso di 1,3 grammi di marijuana, nascosta all’interno della tasca del giubbotto. 

Complessivamente sono stati eseguiti 4 controlli a persone sottoposte a misure di sicurezza e prevenzione, identificate 69 persone, controllati 42 automezzi, 11 perquisizione eseguite, 5 esercizi pubblici controllati ed elevate 10 contravvenzioni al Codice della Strada.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento