menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lo stabile dove è avvenuto il crollo

Lo stabile dove è avvenuto il crollo

Case parcheggio, giù pezzi di balcone

BRINDISI - Se qualcuno fosse passato di lì proprio in quell’istante non avrebbe avuto scampo. Un pezzo di tufo si è staccato da un balcone ed è caduto all’interno di un cortiletto che fino a ieri era strapieno di ragazzini i quali, oggi, per fortuna, erano tutti a scuola. E’ accaduto attorno alle 10 in via Aleandro, al rione Sant’Angelo di Brindisi.

BRINDISI - Se qualcuno fosse passato di lì proprio in quell'istante non avrebbe avuto scampo. Un pezzo di tufo si è staccato da un balcone ed è caduto all'interno di un cortiletto che fino a ieri era strapieno di ragazzini i quali, oggi, per fortuna, erano tutti a scuola. E' accaduto attorno alle 10 in via Aleandro, al rione Sant'Angelo di Brindisi.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di Brindisi che hanno messo in sicurezza la zona. La palazzina in questione è una di quelle che in gergo vengono denominate "case parcheggio". Si tratta di uno stabile comunale i cui appartamenti sono stati assegnati a chi ne aveva necessità e diritto, in attesa di una sistemazione.

La manutenzione, quindi, non spetta ai proprietari delle abitazioni che lamentano lo stato di incuria in cui sono lasciate le stesse, tanto all'interno, quanto all'esterno, lì dove bisogna anche mettere in conto i pericoli ai quali vengono esposti i passanti. Stamani si è udito un tonfo, un rumore secco di qualcosa che si infrange a terra.

Si sono affacciati i residenti e hanno visto un mucchio di cocci sul cemento del cortiletto, lì dove di solito i bimbi giocano a pallone. Era deserto per fortuna: la campanella è suonata ormai nelle scuole di ogni ordine e grado. Nessuno è rimasto ferito ma il crollo è stato interpretato come un'avvisaglia.

Le condizioni del prospetto di quello stabile sono di assoluto degrado. Ci sono altri balconi in pessimo stato. E il rischio per tutti è elevato. A Roma, qualche giorno fa, un bimbo è morto perché colpito da un vaso precipitato giù dall'alto. E' stata una tragica coincidenza che a Brindisi, per fortuna, non si è verificata.

Il fatto che a cadere giù sia stato un pezzo di muro fa però ritenere che vi sia da intervenire il prima possibile per mettere in sicurezza l'edificio: oltre ai pompieri, che hanno verificato se c'erano altre situazioni preoccupanti, si sono recati sul posto anche i tecnici comunali nei cui uffici, ora, si dovrà decidere il da farsi: quando avviare i lavori e quale priorità sarà il caso di dare agli stessi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento