rotate-mobile
Cronaca

Cassonetti, ancora raid incendiari/ Video

BRINDISI – Per la seconda notte di fila, i cassonetti della Monteco Srl vengono dati alle. La zona, quella compresa fra via Appia e via Sicilia, è la stessa in cui si era consumato il raid incendiario avvenuto la notte fra domenica e lunedì.

BRINDISI - Per la seconda notte di fila, i cassonetti della Monteco Srl vengono dati alle. La zona, quella compresa fra via Appia e via Sicilia, è la stessa in cui si era consumato il raid incendiario avvenuto la notte fra domenica e lunedì (video). Nel mirino, stavolta, sono finiti tre contenitori di plastica destinati ai rifiuti umidi (che si aggiungono agli 8 distrutti la notte precedente): uno situato in via Sicilia, rione Commenda, all'altezza della parrocchia di San Vito Martire; gli altri due ubicati nelle stradine comprese fra via Appia e Monte Santo.

In tutti e tre i casi, sono dovuti intervenire i vigili del fuoco per domare i roghi. La prima richiesta di intervento, pervenuta da alcuni residenti di via Sicilia, è giunta in caserma intorno all'1,30. A ruota, sono arrivate le altre due segnalazioni. I pompieri, ogni volta, un po' come accaduto l'altra notte, spegnevano un incendio, rientravano al comando di via Nicola Brandi e poi erano costretti nuovamente a uscire per domare le fiamme che nel frattempo avevano cominciato ad avvolgere un altro cassonetto.

Tre interventi uno dietro l'altro, insomma, che avrebbero potuto creare seri disagi e difficoltà se contestualmente si fossero verificate altre emergenze. E già alle prime luci del giorno, una squadra di operai della Monteco, muniti di mascherine per evitare di inalare le sostanze tossiche sprigionate dai rifiuti carbonizzati, si sono messi al lavoro per sostituire i cassonetti e bonificare le strade.

Per quanto concerne il movente di questi episodi, l'ipotesi più accreditata è quella di un atto vandalico perpetrato da un gruppo di sconsiderati residenti fra i quartieri Commenda e Cappuccini. Ma certo non si possono trascurare le vicissitudini, segnate anche dall'apertura di un'inchiesta da parte della procura della repubblica di Brindisi, che di recente hanno accompagnato il passaggio di appalto per il servizio di raccolta di rifiuti solidi urbani nel territorio cittadino fra la Monteco e la Aimeri Ambiente Srl, che assumerà le redini del settore entro la fine del mese.

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cassonetti, ancora raid incendiari/ Video

BrindisiReport è in caricamento