Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

"Castello di Oria, azione civile per risarcimento danni: bene così"

Il commento di Maurizio Bruno sulla richiesta da parte dell'Amministrazione comunale nei confronti dei soggetti condannati per le violazioni ambientali e urbanistiche

ORIA - L'Amministrazione comunale di Oria ha deciso di avviare un'azione civile nei confronti delle persone condannate in sede penale, per le violazioni ambientali e urbanistiche commesse durante il restauro del Castello di Oria. Commenta il consigliere regionale del Pd Maurizio Bruno (foto sotto): "Una causa civile perché Oria sia risarcita non solo per i danni materiali subiti in quella vicenda: ma anche e soprattutto d’immagine. Oria, proprio in queste settimane, su più fronti e per più strade, si sta battendo affinché lo straordinario maniero che la sovrasta da sempre, torni a essere fruibile al pubblico". 

Maurizio Bruno-3

La Regione, così come richiesto dai consiglieri regionali Bruno e Pagliaro, sta cercando di incardinare la procedura per riconoscere il castello monumento di "interesse eccezionale". E l'Amministrazione sta lavorando per trovare un accordo con la proprietà. Chiosa Maurizio Bruno: "L'azione civile per conseguire il risarcimento è un altro tassello fondamentale in questo intricato mosaico, al termine del quale Oria dovrà ricevere fino in fondo tutto ciò che le spetta in relazione a quel castello che non è per lei solo una bella struttura storica. Ma è la sua identità, è il suo simbolo, è la sua storia, è parte della sua anima. Quindi bene così: ogni passo nella giusta direzione va mosso con determinazione e senza più tentennamenti. I danni si pagano. E la storia e l’identità di una comunità intera non si barattano", conclude Bruno.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Castello di Oria, azione civile per risarcimento danni: bene così"

BrindisiReport è in caricamento