Cronaca

Catamarano si incaglia e imbarca acqua: in quattro salvati dalla Guardia Costiera

L'intervento di soccorso effettuato mercoledì pomeriggio sulle secche di Torre Cavallo. L'impatto con i fondali ha provocato una falla sullo scalo

BRINDISI - Nel tardo pomeriggio di ieri (mercoledì 3 luglio) le unità navali della Guardia costiera di Brindisi con il coordinamento della sala operativa del comando regionale di Bari hanno tratto in salvo 4 cittadini di nazionalità straniera incagliatisi con il loro catamarano sulle secche di Torre Cavallo.

Immediato l’intervento della motovedetta Sar CP844 e del battello Gc A94 disposto a seguito della ricezione sul canale 16 Vhf, dedicato alle chiamate di emergenza radio, di un “May day da parte del catamarano “Yasmine” che segnalava l’imbarco di acqua a seguito di una falla sullo scafo causato dall’impatto con i bassi fondali della zona.

Il catamarano incagliato

Nonostante i bassissimi fondali rocciosi e con l’aiuto di un piccolo gommone di supporto di una unità da diporto presente in zona, il personale della Guardia costiera intervenuta ha evacuato i diportisti portandoli in salvo a bordo delle nostre unità navali e successivamente a terra nella banchina rescue zona di fronte alla Capitaneria di Porto di Brindisi dove sono state accertate anche le buone condizioni di salute delle persone recuperate.

Si ricorda che la Sala Operativa delle Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Brindisi è attiva giornalmente ininterrottamente e può essere contattata telefonicamente al numero 0831521022 o all’ indirizzo e-mail cpbrindisi@mit.gov.it mentre, per segnalare esclusivamente le sole emergenze in mare è attivo il “Numero Blu” 1530 ed il Numero Unico di Emergenza 112.

Rimani aggiornato sulle notizie dalla tua provincia iscrivendoti al nostro canale whatsapp: clicca qui

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catamarano si incaglia e imbarca acqua: in quattro salvati dalla Guardia Costiera
BrindisiReport è in caricamento