Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Catena di furti nelle scuole di via Brandi

BRINDISI – Ladri di monetine in azione. Tra sabato e domenica scorsi sono state depredate le macchinette degli snack della cooperativa onlus “Oltre l'Orizzonte”, dell'istituto Nautico Carnaro e dell'istituto tecnico commerciale De Marco. Qualche giorno fa quelle dell'istituto per geometri Belluzzi. Tutti edifici dislocati in via Nicola Brandi, dove ha sede anche il comando provinciale della Guardia di finanza. I furti sono stati scoperti tutti nella mattinata di oggi quando le varie sedi sono state aperte.

BRINDISI - Ladri di monetine in azione. Tra sabato e domenica scorsi sono state depredate le macchinette degli snack della cooperativa onlus "Oltre l'Orizzonte", dell'istituto Nautico Carnaro e dell'istituto tecnico commerciale De Marco. Qualche giorno fa quelle dell'istituto per geometri Belluzzi. Tutti edifici dislocati in via Nicola Brandi, dove ha sede anche il comando provinciale della Guardia di finanza. I furti sono stati scoperti tutti nella mattinata di oggi quando le varie sedi sono state aperte.

Ai danni della cooperativa sociale "Oltre L'orizzonte", che si occupa di fornire assistenza ludico ricreativa ai diversamente abili, un furto simile è stato perpetrato il 3 agosto scorso. In quell'occasione i ladri si impossessarono anche di un salvadanaio contenente monetine e di una fotocamera digitale. La notte scorsa (o quella tra sabato e domenica), invece hanno solo scassinato e svuotato solo le macchinette che distribuiscono caffè e merendine. L'importo ammonterebbe a circa duecento euro.

I ladri si sono introdotti nella struttura attraverso una finestra che si affaccia sul retro del cortile. Hanno sradicato la grata di protezione, spaccato la finestra e lacerato la zanzariera. Non hanno devastato gli uffici o le altre stanze ma solo le macchinette degli snack. Ad accorgersi del furto uno dei soci quando alle sette di questa mattina ha aperto la sede per prepararla all'accoglienza dei diversamente abili.

L'uomo ha trovato il cancello di ingresso bloccato, è lì è nato il primo sospetto, una volta dentro, poi, ha scoperto il furto. La struttura è collegata con un istituto di vigilanza privata ma il sistema di allarme non è scattato. Il tre agosto, invece, la banda di ladri sradicò l'impianto.

Stessa dinamica per gli istituti superiori di via Brandi visitati dai ladri di monetine. I malviventi sono entrati passando dalle finestre, hanno spaccato e svuotato solo le macchinette degli snack al cui interno c'erano poche decine di euro. A proposito, e la promessa della videosorveglianza in tutte le scuole di Brindisi dopo l'attentato del 19 maggio? Scomparsa dall'ordine del giorno della Provincia, a quanto pare, assieme ai defibrillatori e a tutto il resto. I ladri fanno ciò che vogliono, e come loro potrebbero farlo altri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catena di furti nelle scuole di via Brandi

BrindisiReport è in caricamento