Cronaca Latiano

"Caterina Scazzeri", ricorso inammissibile: ex direttore condannato

Il Supremo Collegio ha dichiarato inammissibile il ricorso proposto dall'ex direttore, il quale ora dovrà risarcire sia il Comune di Latiano che l'azienda speciale

LATIANO - La Corte di Cassazione ha posto la parola fine alla lunga vicenda processuale relativa all'azienda speciale “Pio Istituto Caterina Scazzeri ” di Latiano. Nel 2015 l'ex direttore dell'azienda speciale dott. Giorgio Carlino era stato condannato dal Tribunale di Brindisi, per peculato. Con la medesima sentenza, l'ex direttore dello Scazzeri era stato condannato al risarcimento dei danni, da liquidarsi in separata sede, in favore del Comune di Latiano e dell'Azienda Speciale “Pio Istituto Caterina Scazzeri ”, entrambe costituite parti civili e difese dall'Avv. Emilio Lucisani.

Dopo il rigetto dell'Appello proposto avverso la predetta sentenza dal dott. Carlino, difeso dall'avv. Antonio Romano del Foro di Lecce, quest'ultimo era ricorso in Cassazione, chiedendo l'annullamento della sentenza della Corte di Appello di Lecce. Nel giudizio di legittimità davanti alla Corte di Cassazione, entrambe le parte civili, a mezzo del loro difensore avv. Lucisani, hanno sostenuto la tesi dell'inammissibilità del ricorso proposto dall'ex Direttore dello Scazzeri. Il Supremo Collegio ha effettivamente dichiarato inammissibile il ricorso proposto dall'ex direttore, il quale ora dovrà risarcire sia il Comune di Latiano che l'azienda speciale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Caterina Scazzeri", ricorso inammissibile: ex direttore condannato

BrindisiReport è in caricamento