rotate-mobile
Cronaca

Catturato dalla Finanza gommone albanese con 17 quintali di marijuana

Arrestati due scafisti albanesi. A bordo anche un fucile d'assalto Kalashnikov con due caricatori

Non si ferma il traffico di droga e, come dimostra l'ultimo episodio, anche di armi nel Canale d'Otranto tra Albania e coste delle province di Lecce e Brindisi. Le unità del Reparto operativo aeronavale di Bari della Guardia di Finanza hanno catturato sabato al largo di San Foca un gommone di 9 metri che navigava verso un punto di sbarco più a nord-ovest, con a bordo 17 quintali di marijuana e un fucile d'assalto Kalashnikov con due classici caricatori  ricurvi da 30 cartucce ciascuno, probabilmente in dotazione agli scafisti. Nel corso dell'operazione sono stati arredstati i due uomi dell'equipaggio del gommone, S.O. e S.A., entrambi 25enni, di Valona.

Il sequestro del gommone è avvenuto nel corso di una delle numerose e quotidiane missioni di sorveglianza finalizzate non solo al contrasto dei traffici di sostanze stupefacenti ed armi da guerra tra Balcani e Puglia, ma anche all'intercettazione dei mezzi che effettuano traffuico di migranti, nell'ambito del dispositivo Triton 2017 dell'agenzia europea Frontex, coordinate in Puglia dal Roan di Taranto. Con l'episodio di sabato 30 dicembre il bilancio dei servizi in mare della Guardia di Finanza in Puglia sale a circa 35 tonnellate di marijuana sequestrate, mentre sono 50 gli scafisti arrestati e 25 i natanti sottratti alle organizzazioni criminali. Nell'intero anno 2016, invece, i due Roan avevano sequestrato circa 22 tonnellate di stupefacente.

Il Kalashnikov trovato sul gommone albanese-2Il gommone era stato segnalato al largo della costa di Otranto, proveniente dalla zona di Valona e, come già detto, proseguiva verso un punto di sbarco situato oltre la capitale del turismo adriatico salentino. Alle alle 19,30 gli equipaggi di due velocissime unità dipendenti dal Reparto Operativo Aeronavale di Bari, intimavano l’alt ai trafficanti che come sempre cercavano di darsi alla fuga aumentando la velocità puntando nuovamente verso il largo. Iniziava l'inseguimento, che si concludeva, poco dopo, con l’abbordaggio del gommone da parte dei finanzieri poche miglia al largo di San Foca.

Il gommone era spinto da due potenti motori fuoribordo, e con un militare della Finaza ai comandi veniva condotto agli ormeggi della Finanza a Otranto. A bordo come già detto è stato rinvenuto il fucile automatico con le munizioni, assieme a 76 colli di varie dimensioni  contenenti marijuana proveniente dalle piantagioni di montagna albanesi, per un peso complessivo di 1.741 chili, che sulle piazze di spaccio avrebbero fruttato 17 milioni di euro.

I due scafisti albanesi dovranno rispondere di detenzione e traffico internazionale di stupefacenti e introduzione illegale di armi da guerra in territorio nazionale italiano. la Guardia di Finanza rilerva anche questa volta l'attivazione della "ormai stabile collaborazione operativa ed investigativa con le autorità di polizia albanesi, tramite il Nucleo di Frontiera Marittima della Guardia di Finanza di stanza a Durazzo".

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catturato dalla Finanza gommone albanese con 17 quintali di marijuana

BrindisiReport è in caricamento