menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli antidroga della polizia: un arresto e un sequestro di 40 dosi di cocaina

Un 41enne di Ceglie Messapica è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e sono state sequestrate 40 dosi di cocaina trovate in un muretto a secco

CEGLIE MESSAPICA – Continuano i controlli antidroga da parte degli agenti del commissariato di polizia di Ostuni: un 41enne di Ceglie Messapica, Antonio Ligorio, già noto alle forze dell’ordine è stato arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e sono state sequestrate 40 dosi di cocaina trovate in un muretto a secco.

L’arresto del 41enne è stato operato, come già accennato, nell’ambito di alcuni servizi finalizzati al contrasto del traffico di sostanze stupefacenti, fenomeno sempre più in crescita, disposti dal nuovo questore di Brindisi Maurizio Masciopinto. Le attività d’indagine hanno permesso di appurare che numerosi assuntori di droga ostunesi, erano soliti rifornirsi sia recandosi a Ceglie che lungo la strada che da Ceglie conduce a Ostuni. I controlli si sono intensificati nell’ultimo weekend e hanno riguardato anche numerosi centri di aggregazione giovanile tra cui parchi, sale giochi, bar e villette comunali. Sono state eseguite diverse perquisizioni personali e veicolari.

FOTO_LIGORIO2-2

Nel dettaglio Ligorio è stato notato mentre, bordo di un’utilitaria, e dopo essersi intrattenuto presso un centro scommesse con alcuni individui, si recava a velocità sostenuta in un terreno posto alla periferia di Ceglie. Dai servizi di appostamento è emerso che il 41enne si avvicinava a un muretto a secco e senza scendere dall’auto e col motore acceso, allungava il braccio fuori dal finestrino, sollevava una pietra, prelevava qualcosa e si allontanava a folle velocità dal posto. “Manovre”, che secondo quanto accertato dai poliziotti sono state eseguite diverse volte.

Accertato che sotto la pietra c’era un contenitore pieno di “birillini” di cocaina, “di alta qualità”, tutti termosaldati all’estremità, i poliziotti sono entrati in azione, fermando il 41enne dopo l’ennesimo “passaggio” dal muretto a secco in questione. Era in compagnia di un altro individuo che alla vista degli agenti si è dileguato. Ligorio è stato perquisito: in tasca aveva 30 euro in banconote accartocciate, e si ritiene si tratti di denaro ricevuto poco prima dal soggetto datosi alla fuga, in cambio di droga. Nel borsellino c’erano altri soldi, in tutto lo spacciatore aveva circa 100 euro.

LIGORIO Antonio classe 1976 Ceglie Messapica-2

Su disposizione del pubblico ministero di turno, Milto Stefano De Nozza, Antonio Ligorio, è stato arrestato e trasferito nel carcere di Brindisi, la droga è stata sequestrata. “I servizi di controllo del territorio finalizzati a frenare il fenomeno dello spaccio di droga sempre più reato impiegato dalle organizzazioni criminali per il loro finanziamento, proseguiranno ininterrottamente nei prossimi giorni da parte della Polizia di Stato – si legge in una nota diramata dal Commissariato di polizia di Ostuni – tanto, al fine anche di contrastare i negativi e deleteri effetti dell’immissione sul mercato della cocaina e dell’eroina, i cui processi di “taglio” e finale confezionamento delle singole dosi per lo spaccio, possono contenere preoccupanti insidie per l’incolumità personale a svantaggio della sicurezza generale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento