Cronaca Ceglie Messapica

Uccide una lepre a caccia chiusa e vietata: denunciato bracconiere

L'uomo, un 60enne di Ceglie Messapica, è stato sorpreso dai forestali nelle campagne di Restinco, a ovest di Brindisi

CEGLIE MESSAPICA - Intensificati i controlli nel periodo di pre apertura della stagione venatoria da parte dei reparti Forestali dell'Arma dei carabinieri per reprimere episodi di bracconaggio. Proprio durante uno di questi mirati controlli, una pattuglia della stazione forestale di Ostuni è riuscita ad intercettare e bloccare un bracconiere che, alla vista dei militari, stava tentando di disfarsi una lepre appena abbattuta, nelle campagne di Restinco, a ovest del capoluogo.

Sequestro caccia 1-2

L’ autore del reato, L.U., 60enne di Ceglie Messapica, è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Brindisi per esercizio dell’ attività venatoria in periodo di chiusura. Gli sono stati sequestrati, oltre al “bottino” di caccia, il fucile e le munizioni al seguito. Per domenica 19 settembre sono previsti servizi rinforzati da parte dei forestali in virtù della consueta massiccia affluenza, soprattutto nelle aree naturali protette ed in quelle rurali che in questo periodo sono più battute (litorale, pianure interne e bassa collina).
     
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide una lepre a caccia chiusa e vietata: denunciato bracconiere

BrindisiReport è in caricamento