menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

Il coprifuoco per la pandemia non ferma i ladri che questa notte (27 novembre) hanno agito in zona Montevicoli nonostante il sistema di allarme: due dei colpi sono andati a segno

CEGLIE MESSAPICA - Ladri senza scrupoli che agiscono anche se i proprietari si trovano in casa. E' accaduto questa notte ( 27 novembre) in un arco temporale che va da mezzanotte alle quattro del mattino in alcune villette in zona Montevicoli a Ceglie Messapica. I ladri si sarebbero introdotti all’interno delle villette mentre i proprietari erano dentro a dormire. Il primo colpo, messo a segno nonostante il sistema d'allarme inserito, ha interessato l'abitazione di un commerciante, distante poche centinaia di metri dalle grotte di Montevicoli. I ladri, dopo aver cercato di scassinare il portone d'entrata, hanno rotto una finestra laterale per introdursi in casa e portare via qualche monile in oro e soldi in contanti, circa 800 euro, trovati nella borsa della proprietaria e nel pantalone del marito. Solo al risveglio la coppia si è resa conto di quanto accaduto ed ha allertato le forze dell'ordine.

Intorno alle tre, invece, lo stesso modus operandi è stato utilizzato per altre due villette nella zona. In un caso i due malviventi sono riusciti ad aprire una finestra dove non era funzionante il sensore dell'allarme, arraffando, anche in questo caso, pochi e piccoli oggetti di valore, operando sempre con i proprietari all'interno. Solo attraverso le immagini della videosorveglianza è stato possibile capire quante persone avessero compiuto il furto. Nell'ultimo caso invece, che ha interessato la casa di un noto ristoratore, già presa di mira altre volte, i due ladri non sono riusciti ad entrare, disturbati dal proprietario che, appena avvertiti dei rumori strani provenienti dalla porta d'ingresso, si è svegliato. Questa stessa dinamica nonchè la vicinaza delle tre abitazioni, prese di mira tutte la medesima notte, fanno pensare che si tratti delle stesse persone. Tutti i proprietari hanno sporto denuncia alla locale stazione Carabinieri che ha avviato subito le indagini dei casi. 

Tra gli abitanti di una delle zone periferiche più popolate della città, monta la paura. Un ritorno al passato, a circa un paio di anni fa quando la stessa identica cosa si è verificata in alcune villette dove, intorno al tardo pomeriggio ( circa le ore 19) ogni settimana veniva scassinata una abitazione, con la differenza che i proprietari non erano in casa. Durante quei furti i ladri portarono via orologi e borse griffate, oro, pc e soldi, lasciando nei terreni circostanti tutta la bigiotteria di poco valore. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

E' Anna Lucia Matarrelli la nuova comandante della polizia locale

Attualità

San Sebastiano, riconoscimento all'ex comandante Pietro Goduto

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Coronavirus, oltre 1200 nuovi positivi e oltre 1500 guariti

  • Attualità

    Di Rocco: "Così abbiamo riorganizzato la biblioteca in piena pandemia"

  • Cronaca

    Minaccia di morte e terrorizza la madre e la moglie: finisce in carcere

  • Attualità

    "A Torre Guaceto le api vivono meglio e producono più miele"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento