Ladri di cavalli, rubati tre esemplari egiziani purosangue da una masseria

La struttura è in contrada Cuoco, territorio di Martina Franca, ma confina con Ceglie Messapica e Villa Castelli

CEGLIE MESSAPICA - Il sospetto è che ci sia il mercato della macellazione abusiva dietro al furto di tre cavalli, egiziani purosangue, rubati poco dopo la mezzanotte di venerdì 17 luglio dalla masseria Cuoco, in agro di Martina Franca, provincia di Taranto, ai confini tra Ceglie Messapica e Villa Castelli. I tre esemplari, registrati con regolare microchip, sono di proprietà del collezionista d'arte Maurizio Morra Greco e dell'imprenditore nonchè allevatore di cavalli di razza araba, Pietro Giannetto, residente a Ceglie Messapica dove, in contrada Facciasquata ha messo su un allevamento prestigioso allo stato brado, e fin dalla nascita, di purosangue per le famiglie reali del Qatar, Kuwait Egitto e Oman. 

cavallo arabo 2-2-2

Pietro Giannetto, che ha denunciato il furto al comando carabinieri di Martina Franca, è disperato e arrabbiato: "Per noi, oltre ad aver subito un danno economico notevolissimo, i cavalli sono un simbolo vivevente di un forte sentimento, qualcosa che va ben oltre all'affetto di un bene caro. Avevamo delle belle prospettive per questo territorio, in termini economici e turistici grazie alla presenza di questo allevamento di cavalli arabi e di tutto l'indotto che lo circonda, per cercare di creare nuove opportunità d'investimento in Puglia. Siamo delusi e affranti". Già diversi mesi fa la stessa struttura era stata presa di mira dai ladri che avevano portato via un cavallo di razza andalusa di proprietà di un cliente. Esemplari dal valore affettivo incalcolabile ma dal valore economico elevato, basti pensare che cavalli come quelli rubati possono costare anche 200 mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Polpo da record: giornata di pesca fruttuosa a Lendinuso

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

  • Positivo al covid se ne va a spasso: scoperto dai carabinieri e denunciato

Torna su
BrindisiReport è in caricamento