Cronaca Ceglie Messapica

Macellazione clandestina e istigazione alla corruzione: nei guai un 67enne

L'uomo, in regime di arresti domiciliari, si recava regolarmente al lavoro. Sul luogo una carcassa di cavallo, poi ha tentato di "ammorbidire" i carabinieri

CEGLIE MESSAPICA - Prima avrebbe macellato clandestinamente un cavallo, poi avrebbe tentato di corrompere i carabinieri che erano intervenuti.  I militari della stazione di Ceglie Messapica, a conclusione delle indagini, hanno denunciato in stato di libertà un 67enne del luogo, per macellazione clandestina e istigazione alla corruzione. In particolare, l'uomo, sottoposto al regime degli arresti domiciliari, è stato controllato dai militari sul luogo di lavoro dove era autorizzato a recarsi quotidianamente, rinvenendo la carcassa di un equino macellato clandestinamente dal medesimo. Il 67enne ha cercato di corrompere i militari al fine di evitare ulteriori conseguenze. Sul luogo è intervenuto inoltre il personale veterinario dell'Asl di Brindisi che ha appurato l'effettiva macellazione clandestina, procedendo al sequestro amministravo dei pezzi di carne per il successivo smaltimento, con la relativa sanzione pecuniaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macellazione clandestina e istigazione alla corruzione: nei guai un 67enne

BrindisiReport è in caricamento