rotate-mobile
Cronaca Ceglie Messapica

Minaccia di morte famigliari e carabinieri impugnando un coltello: arrestato

Convalidato dal gip del tribunale di Brindisi, Tea Verderosa, il fermo a carico del 34enne di Ceglie Messapica, arrestato in flagranza domenica 13 novembre, su richiesta del pm

CEGLIE MESSAPICA - “Se provate a salire vi devo fare pure a voi" ha detto un uomo, armato di un coltello, ai carabinieri che domenica 13 novembre si sono recati sul luogo dove era in corso una lite scatenata da motivi familiari. In particolare, mentre i militari cercavano di entrare nell' abitazione, il 34enne, affacciato al balcone, li ha minacciati intimando di andare via altrimenti avrebbe ucciso loro e tutti quelli che erano in casa. Successivamente ha minacciato che se i militari fossero saliti, avrebbe preso una pistola e avrebbe sparato due colpi in testa ad ognuno dei presenti. I carabinieri, alla fine, sono riusciti ad immobilizzarlo e ad arrestarlo. Questa mattina (martedì 15 novembre 2022) il fermo è stato convalidato dal gip del Tribunale di Brindisi, Tea Verderosa, su richiesta del pm. L'uomo è recluso nel carcere di Brindisi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia di morte famigliari e carabinieri impugnando un coltello: arrestato

BrindisiReport è in caricamento