Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca

Violenza sessuale e spaccio: in carcere per espiare la pena residua

Due anni e sei mesi per un 77enne domiciliato a Ceglie Messapica e 2 anni e dieci mesi per un 35enne di Villa Castelli

CEGLIE MESSAPICA  E VILLA CASTELLI - Devono espirare la parte residua di una pena per i reati di violenza sessuale e detenzione ai fini dello spaccio di sostante stupefacenti i due uomini, rispettivamente un 77enne domiciliato a Ceglie Messapica ( trasferito nel carcere di Taranto) e un 35enne di Villa Castelli, portato, invece, nel carcere di Brindisi.

In particolare, a Ceglie Messapica, i carabinieri della stazione di Carovigno, hanno eseguito l’ordine per la carcerazione emesso dall’ufficio esecuzione penale della procura della Repubblica presso il tribunale di Brindisi, nei confronti di un 77enne residente a Carovigno, di fatto domiciliato a Ceglie Messapica. L’uomo deve espiare la parte residua di una pena di 2 anni e 6 mesi di reclusione, per violenza sessuale. Fatti commessi a Carovigno nel mese di febbraio 2018.

A Villa Castelli, invece, i carabinieri hanno arrestato Giuliano Paternelli, 35enne del luogo, trasferendolo nel carcere di Brindisi, perchè deve espiare la parte residua di una pena di 2 anni e 10 mesi di reclusione, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, reato commesso a Grottaglie ( provincia di Taranto) nell’arco temporale 2017–2019. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale e spaccio: in carcere per espiare la pena residua

BrindisiReport è in caricamento