Allerta meteo e allagamenti in abitazioni, esercitazione con i carabinieri

Domani, giovedì 26 novembre, in piazza Padre Pio (nei pressi della sede del Municipio) a Cellino San Marco l’11° battaglione carabinieri “Puglia” dispiegherà l’unità di primo intervento in occasione di un esercitazione su uno stato di allerta meteo, conseguente ad abbondanti precipitazioni che hanno causato l’allagamento di numerose abitazioni nel centro abitato di Cellino San Marco

Foto di repertorio

CELLINO SAN MARCO – Domani, giovedì 26 novembre, in piazza Padre Pio (nei pressi della sede del Municipio) a Cellino San Marco l’11° battaglione carabinieri “Puglia” dispiegherà l’unità di primo intervento in occasione di un esercitazione su uno stato di allerta meteo, conseguente ad abbondanti precipitazioni che hanno causato l’allagamento di numerose abitazioni nel centro abitato di Cellino San Marco.

L’unità di soccorso, ricevuto l’ordine di intervenire, appronterà e dispiegherà personale, mezzi e materiali per l’immediato soccorso nella zona calamitata, quindi, giunti sul posto, provvederanno ad allestire un campo base per dare supporto e assistenza alla popolazione locale; avvieranno inoltre le procedure di primo soccorso e recupero di feriti oltre a garantire la continuità dei servizi istituzionali.

L’esercitazione nasce con lo scopo di addestrare il personale e di mantenere un’alta capacità di intervento in un arco temporale molto ristretto. L’unità di primo intervento è una fondamentale componente dell’11° battaglione carabinieri “Puglia”, in quanto rappresenta un’unità di manovra dispiegabile in 3-6 ore e totalmente autonoma dal punto di vista della sussistenza logistica, resa possibile dagli equipaggiamenti che consentono, anche nelle situazioni più critiche, di garantire assistenza alle popolazioni, con un primo ricovero, la distribuzione di pasti caldi altresì assicurando il primo intervento sanitario.

Nella circostanza, trattandosi di una mera esercitazione, saranno approntate solo una tenda ospedale, una per la refezione ed una per il comando e la direzione delle operazioni. Si avrà a disposizione anche una cucina da campo, per garantire il pasto agli operatori.

Alle operazioni prenderanno parte anche varie compagini, direttamente interessate alla collaborazione per le esigenze di protezione civile: Associazione nazionale carabinieri, Sezione volontari Protezione civile di Brindisi; volontari Croce rossa italiana, Comitato provinciale di Brindisi; Gruppo volontari di protezione civile comunale ed Associazione volontari di Protezione civile “un cuore per tutti” di Cellino San Marco.

Dopo il completo approntamento del campo, avrà luogo la cerimonia dell’alzabandiera, cui seguirà la benedizione da parte del cappellano militare, don Nicola Masci. Saranno poi eseguite alcune operazioni simulate di recupero di persone ferite. Il tutto anche alla presenza e partecipazione delle scolaresche locali che potranno consumare il pasto nella tenda refettorio. Infine è prevista la visita del comandante della divisione Unità mobili di Roma, generale di divisione Silvio Ghiselli. Le operazioni saranno dirette dal comandante di battaglione tenente colonnello Giuseppe Sportelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Furti in casa mentre i proprietari dormono, paura nelle campagne

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Covid, Puglia: contagi di nuovo in aumento. Emiliano: "Rt pari a 1.06"

Torna su
BrindisiReport è in caricamento