Furto in un bar e tre tentativi in attività commerciali: incastrato da telecamere

Un 32enne di Cellino San Marco è stato denunciato dai carabinieri della locale stazione perché ritenuto responsabile di un furto perpetrato nella notte tra sabato e domenica scorsi all’interno di un bar del luogo

CELLINO SAN MARCO – Un 32enne di Cellino San Marco è stato denunciato dai carabinieri della locale stazione perché ritenuto responsabile di un furto perpetrato nella notte tra sabato e domenica scorsi all’interno di un bar del luogo e di altri tre tentativi di furto ai danni di altre tre attività commerciali del posto. A incastrarlo le telecamere installate in tutti i luoghi dove ha tentato l’irruzione.

L’ultimo furto ai danni di un bar gli ha fruttato 547 euro: si è introdotto nel locale forzando una delle due porte di ingresso, i soldi erano custoditi nel cassettino del registratore di cassa. Gli altri tentativi di furto di cui è ritenuto responsabile sono stati compiuti tra il 21 e il 23 gennaio scorsi: nel mirino due attività commerciali e un ristorante.

“Oltre che dalle immagini estrapolate dai vari sistemi di videosorveglianza, l’indagato è stato identificato dagli operanti per via delle caratteristiche somatiche e dell’abbigliamento che è stato una costante nella commissione dei reati, nonché dalla conoscenza dei soggetti di interesse operativo presenti nella giurisdizione. Dai sopralluoghi effettuati è emerso che l’indagato ha provocato nei tre tentativi di furto effettuati danni agli infissi delle strutture”. Scrivono i carabinieri in una nota.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giallo di Ceglie: i due rumeni si sarebbero uccisi a vicenda

  • Attentato a Brindisi: bomba devasta l'ingresso di un bar in viale Commenda

  • Inseguimento si conclude con scontro frontale: un arresto

  • Incidente sulla circonvallazione: giovane motociclista in ospedale

  • Incidente sulla superstrada, auto contro alberi: grave un giovane

  • Esplosi colpi di arma da fuoco nel centro abitato: si indaga

Torna su
BrindisiReport è in caricamento