Pianta di cannabis in casa e violazione prescrizioni: un arresto e una denuncia

Un 54enne aveva una pianta di marijuana alta 56 centimetri sul retro della sua abitazione. Un 42enne invece già sorvegliato speciale era in casa di un pluripregiudicato

CELLINO SAN MARCO - Due operazioni dei carabinieri della stazione di Cellino San Marco hanno portato alla denucnia di 54enne per detenzione ai fini di spaccio e all'arresto di un 42enne per violazione degli obblighi di sorveglianza speciale. 

Pianta di cannabis in casa

Nel primo caso, i carabinieri coadiuvati dal nucleo cinofili carabinieri di Modugno, provincia di Bari, a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà un 54enne del posto, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.  L’uomo, a seguito di perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di una pianta di cannabis dell’altezza di circa 56 centimetri, confusa con altre piante di vario tipo, in un piccolo appezzamento di terreno sul retro della sua abitazione. La pianta è stata sottoposta a sequestro.

Violazione delle prescrizioni

Nel secondo caso invece, i carabinieri hanno tratto in arresto un 42enne del luogo, per violazione delle prescrizioni connesse con la sorveglianza speciale. Nella circostanza, nel corso di mirata attività di osservazione, gli operanti hanno accertato che l’uomo si trovava presso l’abitazione di un pluripregiudicato 39enne di San Pietro Vernotico, in violazione delle prescrizioni imposte. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, l’arrestato è stato rimesso in libertà

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meno contagi e meno tamponi nel weekend. Resta alto il numero dei decessi

  • Sulla superstrada senza assicurazione e con targhe rubate: inseguimento

  • Coronavirus, risalgono i nuovi positivi e il numero dei decessi

  • Festa di compleanno senza mascherine, ma con petardi: 11 denunce

  • Auto si ribalta e finisce nelle campagne: spavento per una ragazza

  • Covid, Puglia: la curva rallenta. Nel Brindisino cinque decessi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento