Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Ostuni

E anche sotto le antiche mura di Ostuni una cena tutta in bianco

Si è svolta domenica sera lungo viale Oronzo Quaranta a Ostuni, a ridosso delle mura dell'antico borgo, la prima "cena in bianco" mai organizzata in città, sull'esempio di Parigi, e per restare in Puglia, recentemente di Bari. Centinaia di persone hanno aderito all'inziaitiva che si è avvalsa per l'organizzazione di una apposita pagina su Facebook

OSTUNI - Si è svolta domenica sera lungo viale Oronzo Quaranta a Ostuni, a ridosso delle mura dell'antico borgo, la prima "cena in bianco" mai organizzata in città, sull'esempio di Parigi, e per restare in Puglia, recentemente di Bari. Centinaia di persone hanno aderito all'inziaitiva che si è avvalsa per l'organizzazione di una apposita pagina su Facebook, con il regolamento e il dettaglio dello svolgimento della serata. Obbligatoria una tenuta bianca elegante sia pur estiva, e ogni gruppo di commensali ammessi previa adesione su Facebook dovevano portare al seguito sedie e una tavolo pieghevole sempre di colore bianco, piatti, bicchieri e posate in ceramica, vetro e metallo, caraffe in vetro per acqua e vino. Gli organizzatori hanno garantito il parcheggio nel Foro Boario e i carrelli per il trasporto di tavoli e storviglie lungo il viale. Apertura dell'allestimento alle 18, inizio della cena alle 20. La cena in bianco è nata da una concertazione tra Augusto Iaia, Paolo Pecere e Alberto Nacci.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E anche sotto le antiche mura di Ostuni una cena tutta in bianco

BrindisiReport è in caricamento