rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Cena proibita tra detenuti. Con arresto

SAN MICHELE SALENTINO - Sorpresi a cena nonostante gli arresti domiciliari per violenza sessuale e minaccia nei confronti di alcune connazionali, lo scorso giugno a San Michele Salentino. Torna in carcere Aurel Joan Lazorec, 19enne di nazionalità rumena, sorpreso dai carabinieri della locale stazione mentre era in casa dell'amico e conterraneo Nicu Criscov, 20anni, anch'egli accusato dello stesso reato che ha rimediato invece solo una denuncia. Entrambi erano sottoposti agli arresti domiciliari dopo il provvedimento emesso a luglio dal gip del tribunale di Brindisi.

SAN MICHELE SALENTINO - Sorpresi a cena nonostante gli arresti domiciliari per violenza sessuale e minaccia nei confronti di alcune connazionali, lo scorso giugno a San Michele Salentino. Torna in carcere Aurel Joan Lazorec, 19enne di nazionalità rumena, sorpreso dai carabinieri della locale stazione mentre era in casa dell'amico e conterraneo Nicu Criscov, 20anni, anch'egli accusato dello stesso reato che ha rimediato invece solo una denuncia. Entrambi erano sottoposti agli arresti domiciliari dopo il provvedimento emesso a luglio dal gip del tribunale di Brindisi.

Era il 22 giugno quando i due giovani vennero arrestati insieme con il 23enne Alin Balici. Furono accusati da due ragazze, dopo una serata da un incubo in cui le stesse furono sequestrate con lo scopo di stuprarle. I fatti risalgono al 22 maggio scorso quando le due donne (di 23 e 26 anni) avrebbero dovuto passare una serata per locali con i tre connazionali, tutti di origine rumena, due residenti a San Michele Salentino, il terzo a Carovigno, tutti operai edili.

Le due donne vennero portate fuori città, vagando in auto tra San Michele e Ostuni. Poi iniziarono le violenze: palpeggiamenti e rapporti forzati di diversa natura. Non sarebbe stato consumato un rapporto completo, perché le donne dopo un po? riuscirono a divincolarsi e fuggire, denunciando poi il fatto ai carabinieri della stazione di San Michele Salentino, che hanno svolto le indagini del caso in collaborazione con la compagnia di San Vito dei Normanni. Ad ordinare il loro arresto - accolto dal gip Paola Liaci - fu la pm Valeria Farina Valaori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cena proibita tra detenuti. Con arresto

BrindisiReport è in caricamento