Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Cento anni compiuti in uno stabile in degrado, ma arrivano Asl e vigili

Questa mattina nonna Tina ha ricevuto un piccolo regalo per il suo compleanno, anche se con qualche giorno di ritardo. A presentarsi davanti casa, in via Monte Sabotino, quartiere Cappuccini, gli agenti del comando provinciale della Polizia Municipale di Brindisi e gli operatori del servizio Igiene e Sanità dell’Asl

BRINDISI - Questa mattina nonna Tina ha ricevuto un piccolo regalo per il suo compleanno, anche se con qualche giorno di ritardo. A presentarsi davanti casa, in via Monte Sabotino, quartiere Cappuccini, gli agenti del comando provinciale della Polizia Municipale di Brindisi e gli operatori del servizio Igiene e Sanità dell’Asl locale che, al posto di un regalo da scartare, hanno visionato lo stabile abbandonato e hanno dato il via agli accertamenti necessari per cercare di risolvere una situazione che va avanti ormai da anni e della quale BrindisiReport.it  si è occupato denunciando, in un articolo del 17 settembre, le condizioni di degrado in cui era costretta a vivere l’anziana con la sua famiglia.

nonna Tina CASA-2Dopo essersi resi conto dell’effettivo stato di degrado e di pericolo igienico sanitario che l’immobile abbandonato, diventato in poco tempo rifugio di topi e insetti, rappresenta per chi vive nelle strette vicinanze, gli agenti della Polizia Municipale ha avviato le visure anagrafiche per identificare i numerosi eredi dello stabile, i quali riceveranno la diffida ad adempiere, il passo successivo sarà sia procedere d’ufficio alla denuncia all’Autorità giudiziaria che intervenire, da parte dei settori comunali competenti, ai danni degli eredi.

“Speriamo che tutto proceda in tempi brevi - dichiara a BrindisiReport.it Anna, una dei nipoti di nonna Tina - purtroppo gli eredi sono tantissimi e ho il brutto presentimento che il tutto richiederà ancora anni”. L’immobile di via Monte Sabotino è da tempo abbandonato a se stesso, trasformandosi in una bomba ecologica per chi vive a pochi passi: topi, insetti e una vegetazione hanno costretto i vicini a vivere asserragliati in casa per paura di ricevere visite inaspettate. Adesso, con i controlli della polizia municipale e del personale Asl, qualcosa si muove, che sia stata nonna Tina spegnendo le candeline e esprimendo un desiderio?

Immobile abbandonato 3-2Immobile abbandonato 2-2Immobile abbandonato-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cento anni compiuti in uno stabile in degrado, ma arrivano Asl e vigili

BrindisiReport è in caricamento