Cronaca

Centri Polivalenti per anziani, bando deserto: il Comune ci riprova

Nessuna offerta alla scadenza: “Ritardi nell’iscrizione alla piattaforma on line”. L’Amministrazione dispone la riapertura dei termini come capofila dell’Ambito Brindisi 1: importo stimato pari a 124.800 euro per 24 mesi

BRINDISI – Nessuna offerta alla scadenza del bando per i centri polivalenti per anziani e per questo il Comune di Brindisi, in qualità di capofila dell’Ambito, ha disposto la riapertura dei termini.

Ci riprova l’Amministrazione cittadina dopo essere stata costretta a fare i conti con la procedura concorsuale andata deserta, a fronte di un importo stimato pari a 124.800 euro, Iva inclusa, per 24 mesi, da aggiudicare con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Non sono pervenute risposte entro le ore 14 del 6 marzo scorso, come ha certificato il dirigente dei Servizi sociali del Comune di Brindisi. Il motivo? A quanto pare, “alcune ditte hanno dichiarato via mail ricorrendo alla Pec (la posta certificata, ndr) che pur avendo richiesto l’abilitazione all’iscrizione sulla piattaforma Mepa hanno riscontrato ritardi da parte del sistema, per cui hanno chiesto una proroga dei termini di scadenza”. La riapertura è stata disposta il 9 marzo, la nuova scadenza è stata fissata al prossimo 17 marzo, ore 14.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centri Polivalenti per anziani, bando deserto: il Comune ci riprova

BrindisiReport è in caricamento