rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca

Centro giovanile, futuro incerto

BRINDISI – Ultimo appuntamento di musica live sabato 22 settembre prossimo presso il Cag, il Centro di Aggregazione Giovanile del Comune di Brindisi con i Mezzatesta & Soci e a seguire dj set con Marco Maffei. La serata dal titolo “ A live in Cag” sarà la conclusione della programmazione estiva 2012 e avrà inizio alle ore 21 con ingresso gratuito. Ma dopo questo appuntamento, le sorti del centro brindisino sono appese ad un filo. Il 30 settembre scade la convenzione di gestione e non si conosce ancora a chi sarà affidata la struttura.

BRINDISI - Ultimo appuntamento di musica live sabato 22 settembre prossimo presso il Cag, il Centro di Aggregazione Giovanile del Comune di Brindisi con i Mezzatesta & Soci e a seguire dj set con Marco Maffei. La serata dal titolo " A live in Cag" sarà la conclusione della programmazione estiva 2012 e avrà inizio alle ore 21 con ingresso gratuito. Ma dopo questo appuntamento, le sorti del centro brindisino sono appese ad un filo. Il 30 settembre scade la convenzione di gestione e non si conosce ancora a chi sarà affidata la struttura.

Per saperne di più e per conoscere che fine farà il Centro di Aggregazione Giovanile del quartiere Paradiso a Brindisi, le cooperative sociali che lo gestiscono - Ferrante Aporti, Solidarietà e Rinnovamento, e Amani - hanno invitato all'ultimo evento di venerdì prossimo anche le istituzioni e il sindaco Mimmo Consales. "Questo concerto - fanno sapere dal coordinamento del centro - avviene in un momento delicato, in quanto, ad oggi, non si conoscono ancora le sorti del servizio, il cui funzionamento è programmato fino al 30 settembre 2012, giorno in cui scade la convenzione per la gestione".

Il sindaco Consales è stato invitato, con l'auspicio che possa far chiarezza sul futuro del Cag e soprattutto, anche, che possa prendere visione delle potenzialità, del lavoro che viene svolto e di quanto sia stato d'aiuto in questi due anni per il radicamento sociale del quartiere e della città. La struttura, da bene confiscato al contrabbando di sigarette, è diventato un vero e proprio punto di riferimento per giovani e non, ed è diventata patrimonio degli utenti, giovani, famiglie e dei numerosi minorenni che la frequentano e di tutti coloro che collaborano come soggetti esterni.

Il Cag "Brindisi per i Giovani" è il luogo in cui gli adolescenti e i giovani, attraverso percorsi di aggregazione e promozione, possono produrre l'esperienza dell'inventare, dello sperimentare ruoli nuovi, elaborare domande e cercare risposte, proporre e accettare nuove regole. Di conseguenza, la partecipazione è l'elemento di cambiamento sia all'interno delle esperienze dei singoli, sia dei gruppi ma anche del contesto "territorio" con il quale ci si relaziona.

Inoltre, l'inserimento delle attività svolte dagli operatori dell'ex PIT7, integrati stabilmente nell'organico del Cag con il Piano di Zona 2010-2012, ha permesso, l'iscrizione al centro dei bambini dai 6 ai 14 anni coinvolgendo, così, una fascia più ampia del territorio brindisino.

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centro giovanile, futuro incerto

BrindisiReport è in caricamento