menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pasquale Rizzo

Pasquale Rizzo

Centro interculturale, quasi pronto

SAN PIETRO VERNOTICO – Si avviano a conclusione i lavori di realizzazione del centro per l'integrazione e l'intercultura destinato a cittadini stranieri e italiani e del centro di accoglienza notturna.

SAN PIETRO VERNOTICO - Si avviano alla fase conclusiva i lavori di realizzazione del centro per l'integrazione e l'intercultura destinato a cittadini stranieri e italiani e del centro di accoglienza notturna per persone senza fissa dimora. La struttura, finanziata con i fondi europei messi a disposizione dalla Regione, sta sorgendo tra via Albatros e via Ibis, in contrada "Canimazzi" su un terreno confiscato alla mafia e divenuto di proprietà comunale.

Il costo dei lavori è di circa 675mila euro di cui 450mila sono a carico della Regione e 150mila sostenuti da Comune. Si tratta di finanziamenti ottenuti nell'ambito del "Po Fesr Puglia 2007-2013 Asse III "Inclusione sociale e servizi per la qualità della vita e l'attrattività territoriale" Linea 3.4 "Interventi per la legalità e la sicurezza" Azione 3.4.1 - Accordi di Programma con gli Ambiti territoriali Sociale per la Infrastrutturazione sociale di interventi per il potenziamento della rete di strutture e servizi per la prevenzione ed il contrasto dello sfruttamento, della tratta e della violenza di donne, minori e cittadini stranieri immigrati".

L'edificio, sviluppato su più piani è composto da: "Centro interculturale" (al piano terreno), dove c'è la sala reception, la sala convegni-biblioteca multimediale, il laboratorio informatico, il laboratorio di orientamento artigianale senza l'utilizzo di macchine utensili e il servizio igienico (attrezzato anche per disabili); un "Centro notturno di accoglienza", composto da 4 camere da letto doppie, due servizi igienici, distinti per sesso e idonei anche ai portatori di handicap, camera per operatore con servizio e sala comune suddivisa in ambiente colazione e spazio di ricevimento.

"Quest'opera è il frutto e la testimonianza fattiva dell'impegno che questa amministrazione ogni giorno ci mette per risollevare le sorti del nostro Paese ed anche per valorizzare a pieno le proprietà comunali - spiega l'assessore all'urbanistica Marcello Bracciale - basti pensare alla tempistica che ha portato alla realizzazione del progetto: a maggio 2011 è stato indetto il bando regionale, a luglio il comune di San Pietro ha partecipato, ad agosto è stato approvato il progetto definitivo. A Maggio 2012 la Regione ha comunicato l'ammissione al finanziamento ed il sindaco ha sottoscritto il Disciplinare regolante i rapporti tra la Regione Puglia ed il Comune. A gennaio 2013 è stato assegnato l'appalto e a Maggio 2013 sono stati avviati i lavori".

"La descrizione della tempistica è fondamentale per capire come, nonostante tutti i vincoli legati alla gestione amministrativa ed al patto di stabilità, in un periodo così difficile per la gestione dei Comuni, si è riusciti a ideare, progettare e realizzare qualcosa che porterà sicuramente sviluppo e ricchezza per il nostro territorio non fosse altro che per i posti di lavoro che ne scaturiranno".

Come si legge in una nota stampa diramata per conto del Comune di San Pietro, amministrato dall'avvocato Pasquale Rizzo, quest'opera si aggiunge a tutte le altre già realizzate ed in fase di realizzazione quali: il centro aperto per minori " crescere insieme"( già realizzato), la riqualificazione piazza IV Novembre ( già realizzata), la riqualificazione del centro storico (lavori da avviare in estate), l'asilo nido viale degli Studi (già realizzato ma da avviare la gestione), la piazza Nuova Europa (in fase di ultimazione), il completamento delle urbanizzazioni in contrada Cicorella e per l'interconnessione in sicurezza mediante reti di mobilità ciclo-pedonale (lavori già appaltati da iniziare a breve).

E inoltre la comunità socio-riabilitativa ex Onmi per disabili H 24 (lavori in ultimazione), il Centro Comunale raccolta rifiuti (lavori già iniziati), la realizzazione di un impianto fotovoltaico sul palasport di 39,192 Kw finanziato con con i fondi Kyoto ( perfezionamento contratto di finanziamento), il potenziamento della differenziata con sistemi innovativi (predisposizione gara d'appalto), la videosorveglianza sull'intero territorio comunale (in fase avanzata di realizzazione), il primo lotto lavori per la mitigazione del rischio idrogeologico del canale infoca ciucci ( lavori in corso), il secondo lotto finanziato con delibera cipe 2012 per la mitigazione del rischio idrogeologico del canale infoca ciucci ( ggià aggiudicato da Cantierizzare).

Poi ancora, l'adeguamento dei recapiti finali della fognatura pluviale di Campo di Mare e San Pietro Vernotico ( lavori in corso), la realizzazione della viabilità di collegamento del sottopasso di Via CroceRossa con il costruendo sottopasso di Via Libertà ( Lavori in corso), lavori di caratterizzazione della discarica Marciaddare (già eseguita) e bonifica da avviare a breve, lavori di completamento delle urbanizzazione nella zona pip ( lavori in corso), lavori di manutenzione straordinaria e adeguamento funzionale del Palasport (Progetto finanziato 2014 con Fondi Regionali).

"Tutte le opere menzionate sono state realizzate con finanziamenti europei, nazionali e regionali ed alcune prevedono dei cofinanziamenti da parte del Comune in un momento storico in cui ogni giorno si legge sui giornali e si sentono in tv le criticità a cui i Comuni vanno incontro per i continui tagli a cui sono sottoposti da parte del governo centrale e per i vincoli posti dal patto di stabilità che non consente di poter spendere o investire soldi pubblici sul territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Torna ad aumentare il numero dei positivi e dei decessi in Puglia

  • Cronaca

    Sprangate contro l'ex della fidanzata: condannato a dieci anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento