Cronaca Centro Storico / Via Cortine

Chiesa del Cristo sotto assedio: nuove scritte sulla facciata e sulle mura

Non c'è pietà per la chiesa del Cristo. Le scorribande dei vandali non trovano alcun argine. Lo storico edificio eretto dai frati domenicani nel 1232 è completamente indifeso rispetto ai teppisti armati di bombolette spray che sfregiano con scritte demenziali la facciata della chiesa, il basolato di via Cortine, le mura che si snodano da Porta Lecce e i blocchi di marmo

BRINDISI – Non c’è pietà per la chiesa del Cristo. Le scorribande dei vandali non trovano alcun argine. Lo storico edificio eretto dai frati domenicani nel 1232 è completamente indifeso rispetto ai teppisti armati di bombolette spray che sfregiano con scritte demenziali la facciata della chiesa, il basolato di via Cortine, le mura che si snodano da Porta Lecce e i blocchi di marmo che si trovano nelle aiuole.

Lascia esterrefatti come uno dei fiori all’occhiello della città sia diventato oggetto di un vero e proprio tiro al bersaglio da parte di orde di sconsiderati che arrivano sul piazzale antistante alla chiesa in auto e bivaccano sulle panchine lanciando per terra mozziconi di spinelli. Ci sono anche dei “funamboli” che si divertono a passeggiare sulle mura a strapiombo, incuranti di potersi spezzare l’osso del collo.

Le istituzioni sembra quasi che abbiano alzato bandiera bianca di fronte allo scempio che quotidianamente si consuma in questo scorcio di centro storico menzionato nei depliant turistici. Nel recente passato sono stati scritti altri articoli sullo stato di totale abbandono in cui versa l’area. Ma nulla è mai cambiato.

L’impressione è che a nessuno (ad eccezione del parroco e di uno sparuto gruppo di residenti pronti a rimboccarsi le maniche per ripulire la chiesa dalle scritte) importi qualcosa della chiesa. E allora, che i barbari continuino pure ad agire indisturbati. 

Scempio senza fine alla chiesa del Cristo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiesa del Cristo sotto assedio: nuove scritte sulla facciata e sulle mura

BrindisiReport è in caricamento