Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Villa Castelli

Chiude l'asilo nido comunale, Cgil: "I dipendenti non ne sapevano nulla"

L’asilo nido comunale di Villa Castelli è stato chiuso senza che le dipendenti ne venissero messe al corrente. La questione, oltre ad altre problematiche riguardanti la gestione della struttura, è stata sollevata dalla Fp-Cgil di Brindisi attraverso una nota firmata dal segretario provinciale Vincenzo Cavallo.  L’organizzazione sindacale denuncia il mancato rispetto della clausola di salvaguardia

BRINDISI – L’asilo nido comunale di Villa Castelli è stato chiuso senza che le dipendenti ne venissero messe al corrente. La questione, oltre ad altre problematiche riguardanti la gestione della struttura, è stata sollevata dalla Fp-Cgil di Brindisi attraverso una nota firmata dal segretario provinciale Vincenzo Cavallo.  L’organizzazione sindacale denuncia il mancato rispetto della clausola di salvaguardia, che prevedeva il passaggio di tutto il personale dipendente dalla vecchia società che gestiva il servizio, la cooperativa Mandraké, alla cooperativa che ne ha assunto le redini, la Giocartacli.

Già, perché da quanto si legge nel documento sindacale (inviato anche al sindaco, ai consiglieri comunali e ai presidenti delle due cooperative) solo due dipendenti sono state riassorbite con contratto a tempo determinato. Gli altri, nonostante una delibera approvata lo scorso 26 febbraio dal consiglio comunale e un atto di conciliazione dello scorso 14 settembre che ha revocato il licenziamento verbale, sono rimasti a casa. 

Quello della Giocartacli è, secondo la Cgil, un “comportamento non lineare”. 

Stamattina, poi, è arrivata la notizia della chiusura dell’asilo. “Le due lavoratrici impiegate – afferma Vincenzo cavallo - non hanno ricevuto nessuna comunicazione ufficiale in tal senso, ci chiediamo se un servizio pubblico di tale importanza può essere gestito in questo modo e se i più deboli devono pagare per responsabilità non loro”.

La Cgil chiede dunque “al sindaco e a tutti i consiglieri Comunali un immediato intervento per la soluzione definitiva di tale problematica, per dare delle risposte immediate all’utenza e alle lavoratrici con gli strumenti che la legge permette loro, in caso di interruzione di pubblico servizio”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude l'asilo nido comunale, Cgil: "I dipendenti non ne sapevano nulla"

BrindisiReport è in caricamento