Chiudono tre passaggi a livello, Rfi: "Niente più code alle sbarre"

Realizzati dei cavalcaferrovia al posto dei passaggi a livello di via Tuppina e di via Tenente, nel territorio di Fasano

FASANO - Chiudono i passaggi a livello di via Tuppina e di via Tenente, nel territorio di Fasano. Niente più attese davanti alle sbarre: gli automobilisti possono ora utilizzare il nuovo cavalcaferrovia a doppio senso di marcia realizzato da Rfi e servirsi di una nuova strada che collega il cavalcavia con il vicino passaggio a livello di via Tenente.

2018-01-31-PHOTO-00000027-2

Le opere innalzeranno gli standard di sicurezza e di regolarità della circolazione ferroviaria oltre a migliorare la viabilità nella zona. Investimento complessivo 4 milioni di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brindisi usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Muore soffocato da un pezzo di focaccia

  • "Dacci 50mila euro o ti bruciamo gli ulivi": ma l'imprenditore sporge denuncia

  • Aggredito con l'acido dalla moglie: uomo stabile ma gravissimo

  • Bimbo di 10 anni si accascia in strada: un vigilante gli salva la vita

  • Uomo ustionato con l'acido: la moglie ora è accusata di tentato omicidio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento