menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La Prefettura di Brindisi

La Prefettura di Brindisi

Chiusi sei istituti di vigilanza

BRINDISI "La Pantera 1", "Securitas La Torre Srl", "Sicurvigile Srl", "Securcity la Vigilante Srl", "Vigilanza Italpol Brindisi Srl", e "Sicurvigile Srl" sono i sei istituti privati di vigilanza per i quali il prefetto di Brindisi ha disposto la cessazione dell'attività ai sensi del decreto ministeriale del 19 dicembre 2010. La motivazione è infatti quella del difetto dei requisiti prescritti.

BRINDISI "La Pantera 1", "Securitas La Torre Srl", "Sicurvigile Srl", "Securcity la Vigilante Srl", "Vigilanza Italpol Brindisi Srl", e "Sicurvigile Srl" sono i sei istituti privati di vigilanza per i quali il prefetto di Brindisi ha disposto la cessazione dell'attività ai sensi del decreto ministeriale del 19 dicembre 2010. La motivazione è infatti quella del difetto dei requisiti prescritti.

La chiusura dell'attività di questi istituti (era già conclusa quella degli ultimi due tra quelli citati, per gli altri quattro la decorrenza era quella dell'1 febbraio) è avvenuta per cessazione dell'efficacia dei titoli autorizzatori rilasciati dal prefetto stesso, perchè le società in questione continuavano a presentare gravi criticità.

Una situazione che era stata affrontata recentemente in sede di Conferenza Provinciale Permanente al termine della quale sia le associazioni di categoria dei datori di lavoro, sia le organizzazioni sindacali avevano auspicato l'adozione di misure tese a garantire, oltre ai lavoratori del settore anche le aziende sane, costrette a fare i conti con la concorrenza sleale che alterano le logiche del mercato, fanno sapere da Piazza Santa Teresa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento