Cronaca

Chiusura Autigno, Consales: "Vendola agisca su Formica con un'ordinanza"

Il parere pro veritate sull'impianto di biostabilizzazione è stato al centro dell'assemblea dell'Oga che nel pomeriggio di oggi (9 aprile) si è svolta a palazzo Nervegna. Nel corso della seduta si è discusso anche delle problematiche legate alla chiusura della discarica di contrada Autigno, con ordinanza emessa lo scorso mese dalla Regione Puglia

BRINDISI – Il parere pro veritate sull’impianto di biostabilizzazione è stato al centro dell’assemblea dell’Oga che nel pomeriggio di oggi (9 aprile) si è svolta a palazzo Nervegna. Nel corso della seduta si è discusso anche delle problematiche legate alla chiusura della discarica di contrada Autigno, con ordinanza emessa lo scorso mese dalla Regione Puglia. Su questo fronte, l’Oga spera nel sostegno della stessa Regione. Il prossimo 13 aprile, infatti, scadrà il contratto sottoscritto da Nubile con i gestori della discarica di Formica, che dalla seconda metà del mese di marzo accoglie i rifiuti della provincia di Brindisi, in alternativa ad Autigno.

Il sindaco Consales, nelle vesti di presidente dell’Oga, ha quindi inviato una lettera al presidente della Regione, Nichi Vendola, chiedendogli di emettere un’ordinanza con cui obbligare Formica a ricevere i rifiuti biostabilizzati, oltre il termine del contratto. Questo anche in considerazione del fatto che occorrerà ancora del tempo prima che vengano portati a termine gli interventi di adeguamento della discarica di Autigno a una serie di prescrizioni in materia ambientale imposte dalla Regione. 

Per quanto riguarda il contenzioso sulle tariffe per il servizio di smaltimento dei rifiuti solidi urbani in atto con Nubile srl, finalmente i 19 comuni della provincia di Brindisi che si riuniscono nell’organo di governo d’ambito hanno acquisito il parere commissionato al professore Angelo Vantaggiato.

Questi, in buona sostanza, ha fatto presente che non conviene procedere con la risoluzione del contratto sottoscritto con Nubile (che fra l’altro non è ancora entrato in vigore) e ha invitato le parti a incontrarsi per  trovare un punto di incontro. Il gestore, del resto, ha fin qui operato secondo le indicazioni dell’ordinanza con cui le venne affidato il servizio. 

L’assemblea dell’Oga, dunque, ha deciso di costituire un tavolo di confronto con Nubile per dirimere la controversia. Questo è composto dai sindaci di Brindisi, San Pietro Vernotico e San Pancrazio Salentino, dal commissario prefettizio di Erchie, dal dirigente del settore Lavori pubblici del Comune di Brindisi, Fabio Lacinio, e dal dirigente dell’ufficio Affari legali, Francesco Trane. Il gruppo di lavoro si incontrerà nella mattinata di lunedì. Una volta deciso che linea adottare, verranno convocati i rappresentanti di Nubile. L’orientamento dell’Oga, ad ogni modo, dovrebbe essere di andare avanti con il capitolato

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiusura Autigno, Consales: "Vendola agisca su Formica con un'ordinanza"

BrindisiReport è in caricamento