rotate-mobile
Cronaca

Cimitero di Brindisi, in arrivo loculi prefabbricati: modello sandwich

La Giunta approva il progetto definitivo per 150 mila euro: cento nuove cellette funerarie per tamponare l’emergenza nel breve periodo, a causa del progressivo esaurimento segnalato dalla direzione

BRINDISI – Loculi prefabbricati, modello sandwich, in arrivo nel cimitero di Brindisi, dove gli spazi disponibili sono in via di esaurimento: “non ci sono più posti e pressanti sono le richieste” stando alla reale quanto triste constatazione fatta a Palazzo di città dove, per superare l’emergenza, è stato deciso di autorizzare la costruzione di cento cellette per un costo totale di 150mila euro.

L'ingresso posteriore del cimitero

La decisione è stata assunta dalla Giunta, su proposta dell’assessore ai Lavori Pubblici, Salvatore Brigante, evidentemente rientrato nella titolarità della delega dopo essersi dimesso. Non dimissioni anche le sue, visto che tutto è tornato come prima, dentro e fuori i Democratici e socialisti, sempre al fianco della sindaca Angela Carluccio, nonostante le dichiarazioni di “guerra”. Archiviata, per ora, la crisi politica, l’Amministrazione è stata costretta a gestire anche l’emergenza legata ai posti necessari per il trapasso nell’Aldilà. Perché per il riposo eterno, la miglior vita che non è di questa terra, a Brindisi c’è qualche problema, a sentire la direzione del cimitero.

La disponibilità di loculi e cellette funerarie è esigua”, ha scritto il direttore del campo santo, il quale che chiesto al Comune di “realizzare nuovi blocchi da mettere a disposizione dell’utenza”. Ed ecco la soluzione trovata dai tecnici dell’Ente: “In considerazione anche dell’urgenza di disponibilità, si è valutata la realizzazione degli stessi mediante sistema prefabbricato”.

Che cosa vuol dire? La soluzione dovrebbe essere garantita dal “Cell system, un sistema costruttivo completamente nuovo che fonda la sua unicità su sistema di giunzione nuovi e brevettati e sul concetto di cellula: rigidità, leggerezza, semplicità di montaggio e massima ottimizzazione degli spazi”, si legge nel progetto firmato dall’ingegnere Paolo Sellani.

La situazione stamani in alcuni angoli del cimitero di Brindisi

Nel dettaglio, magari per chi è curioso o per gli addetti ai lavori, il loculo prefabbricato è “costituito da otto particolari elementi di giunzione brevettati stampati posti ai vertici, da quattro pareti laterali in lamiera d’acciaio e due pareti frontali, a loro volta costruite da due lamiere 12/10 in acciaio zincato a caldo e uno strato di 40 millimetri di Listen Pack”.  Quest’ultimo è conosciuto come “pannello sandwich”, a sua volta “rivestito in Rilsan Esy con un trattamento plastico che conferisce alle superfici un’eccellente resistenza agli urti, all’abrasione e alla corrosione, provate da 1.500 ore in nebbia salina”. Ancora: “Tutto è sigillato con Down Corning 7091 per ottenere un’assoluta ermeticità che impedisce la fuoriuscita di liquidi e gas.

“Il pannello sandwich oltre a fornire alla cella una notevole rigidità consente al loculo, essendo ermetico, di non formare acqua di consenso al proprio interno”. Le cellule, stando al progetto approvato dall’esecutivo, saranno sovrapposte “sino a un massimo di cinque” e danno origine in questo modo a “un elemento modulare componibile di grande versatilità che unita alla rigidità tipica del sistema e alla sua semplicità di montaggio, fanno di Celle system un ottimo sistema di prefabbricazione per loculi”. Quanto ai costi, la spesa prevista parte da 126.779 euro per lavori a base d’asta, più 3.169,48 quali oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso e 20.051,53 per somme a disposizione”. Tutto da realizzare in tempi brevi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cimitero di Brindisi, in arrivo loculi prefabbricati: modello sandwich

BrindisiReport è in caricamento