rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Cinema 3D per bimbi, no del Comune allo spazio di piazza Vittoria

La società Star Movie del brindisino Sergio Lipari al Tar: chiede l’ok all’autorizzazione del suolo pubblico

BRINDISI -  Anche il cinema 3D per i bambini diventa oggetto di contenzioso approdato davanti ai giudici del Tar: il Comune di Brindisi ha negato lo spazio in piazza Vittoria, inizialmente accordato alla società Star Movie di Sergio Lipari, e il brindisino ha fatto ricorso alla sezione di Lecce.

La società

Il legale della Star Movie, società in accomandita semplice nata nel capoluogo due anni fa, ritiene che il provvedimento firmata dal dirigente dell’ufficio Traffico di  Palazzo di città sia “illegittimo” e “gravemente lesivo” degli interessi della sas. Anche perché la stessa società, aveva avuto il via libera alla realizzazione dell’iniziativa in piazza Vittoria, nel centro di  Brindisi, per ospitare i bambini e i ragazzi, dai cinque ai 13 anni. Talvolta anche gratis, in forza di un accordo stretto con l’assessorato ai Servizi sociali dello stesso Comune di Brindisi e in collaborazione con la cooperativa Il faro e con il Niat, il dipartimento di salute mentale della Asl.

Il Comune

L’ultima iniziativa a sfondo sociale risale al 6 luglio 2017 e ottenne successo, stando a quanto risulta dalle cronache di quel giorno. Ma il Comune di Brindisi ha cambiato idea e ha negato l’autorizzazione all’occupazione dello spazio in piazza Vittoria, sostenendo che quella zona, proprio perché nel centro della città, in quel che si definisce il salotto di Brindisi, non poteva prestarsi a iniziative di quel tipo.

Il titolare della Star Movie, Sergio Lipari, è stato costretto a spostarsi e a chiedere ospitalità altrove, rivolgendosi ai centri commerciali. Nel frattempo ha presentato ricorso al Tar. Davanti ai giudici amministrativi, l’Ente ribadirà le proprie ragioni, con gli avvocati interni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cinema 3D per bimbi, no del Comune allo spazio di piazza Vittoria

BrindisiReport è in caricamento