menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Auto in fiamme

Auto in fiamme

Cinque auto in fiamme nella notte

Cinque auto sono andate a fuoco la scorsa notte fra Fasano e Francavilla Fontana. Un incendio di sicura origine dolosa che ha danneggiato l’Audi A8 di un commerciante di Francavilla Fontana, Cosimo Calò, titolare di un negozio d’abbigliamento in via Luigi D’Angiò.

Cinque auto sono andate a fuoco la scorsa notte fra Fasano e Francavilla Fontana. Un incendio di sicura origine dolosa che ha danneggiato l'Audi A8 di un commerciante di Francavilla Fontana, Cosimo Calò, titolare di un negozio d'abbigliamento in via Luigi D'Angiò. Il mezzo era parcheggiato nell'area esterna di una villetta in via Carlo Alberto Dalla Chiesa, nel centro della Città degli Imperiali, in cui l'esercente risiede insieme alla moglie e ai figli.

Vicino al mezzo bruciato si trovavano anche altre tre automobili e un furgoncino. Ma nessuno di questi veicoli è stato lambito dalle fiamme. Erano circa le 2,40 quando il negoziante ha visto sprigionarsi una fiammata dal mezzo. L'uomo, dopo aver chiesto aiuto ai vigili del fuoco del locale distaccamento, si è precipitato verso l'Audi, tentando di domare il principio di incendio. Al momento dell'arrivo dei pompieri, la situazione era già sotto controllo.

La vettura ha infatti riportato solo danni di lieve entità. Nel corso di un sopralluogo, sono state poi rinvenute due piccole bottigliette di plastica contenenti residui di benzina (complessivamente sono stati versati sulla carrozzeria circa due litri di liquido infiammabile) oltre alle torce utilizzate per dar fuoco all'auto. Spetterà ai carabinieri della locale compagnia, intervenuti per i rilievi del caso, chiarire le cause di questo episodio.

Procedono i militari della stazione di Fasano guidati dal capitano Gianluca Sirsi, invece, sulle altre quattro auto andate a fuoco la scorsa notte. Tre di queste si trovavano parcheggiate alle porte in piazza Saponaro. Le fiamme sarebbero partite da una Citroen C3 di un'impiegata di 59 anni parcheggiata al civico 15 di via Giordano, per poi estendersi alla Lancia Y di una studentessa e a una Renault 5 di un operaio edile. Annerita dalla colonna di fumo anche la facciata di un edificio. L'episodio si è verificato intorno all'1.15. Sono stati i vigili del fuoco, giunti subito sul posto, a domare il rogo.

Poco dopo le 7, poi, i pompieri di Ostuni sono dovuti tornare a Fasano, stavolta in una strada di campagna in contrada Sant'Angelo, dove era stata appena recuperata una Alfa 147 ridotta a una carcassa. Sono stati alcuni agricoltori del posto i primi a imbattersi nella vettura. I carabinieri hanno poi accertato che si trattava di un'auto rubata poche ore prima a Polignano a Mare (Bari). Gli stessi indagano anche sulle cause dell'incendio di piazza Saponaro.

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

San Donaci, compie 100 anni: auguri a nonna Giovanna

Attualità

"Me contro te" di Gianluca Leuzzi candidato al David di Donatello

social

Sant'Antonio Abate, il Santo del fuoco tra storia e tradizione

Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: nuovo aumento dei contagi e dei decessi

  • Cronaca

    Brindisino morto in carcere a Ibiza: disposta l'autopsia

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento