Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca

Città sempre più sommersa dai cumuli di rifiuti, ma "l'emergenza sta per finire"

I rifiuti indifferenziati continuano ad accumularsi in città, sia nel centro storico che nelle periferie. La situazione si sta facendo insostenibile per la cittadinanza, ma l'assessore all'Ambiente e all'Ecologia, Antonio Monetti, assicura che l'emergenza è in va di risoluzione. Già entro il primo pomeriggio, a suo dire, dovrebbe iniziare il servizio di conferimento nella discarica di Formica Ambiente

BRINDISI – I rifiuti indifferenziati continuano ad accumularsi in città, sia nel centro storico che nelle periferie. La situazione si sta facendo insostenibile per la cittadinanza, ma l’assessore all’Ambiente e all’Ecologia, Antonio Monetti, assicura che l’emergenza è in va di risoluzione. Già entro il primo pomeriggio, a suo dire, dovrebbe iniziare il servizio di conferimento nella discarica gestita da Formica Ambiente, soluzione provvisoria in attesa della riapertura di quella di contrada Autigno.

Il gestore del sito di Formica aveva messo in chiaro che non avrebbe accolto la spazzatura prodotta nei Comuni della provincia di Brindisi fino a quando IMG_7631-2non fossero arrivati i risultati degli esami sulla qualità dei rifiuti biostabilizzati affidati a un laboratorio privato. Il responso è arrivato stamani. “Le analisi fatte da due laboratori di Squinzano e Mesagne ai quali si sono rivolte in contraddittorio Nubile (gestore del sito di contrada Autigno, ndr) e Formica Ambiente – afferma Monetti – sono, usando un termine poco tecnico ma che rende il concetto, sovrapponibili".

"Non ci sono problemi  - prosegue l'assessore - per quanto riguarda la qualità dei rifiuti, i cui valori rientrano nelle tabelle normative. Lo scoglio più grosso è stato superato. Adesso le due aziende stanno ottemperando a quelle che sono le pratiche amministrative”. Monetti afferma che il conferimento (non solo per il capoluogo ovviamente, ma anche per tutti gli altri Comuni della provincia) dovrebbe riprendere per mezzogiorno di oggi (16 marzo), “al massimo per le ore 13”. 

“Nel pomeriggio  - dichiara Monetti - le strade verranno sgomberate dai cumuli. L’emergenza sta per risolversi. Domani mattina  - conclude Monetti - dovremmo trovare la città pulita”.

Gli autocompattatori di Ecologica Pugliese, appaltatrice del servizio di raccolta, sono del resto colmi fino all’orlo. Stamani è stato possibile raccogliere solo le frazioni differenziate. Anche il biostabilizzatore della Nubile è al limite della sua capienza. 

Lo smaltimento dei rifiuti nella discarica di Formica costerà all’Oga (organo di governo d’ambito che riunisce tutti i Comuni della provincia di Brindisi) 70 euro a tonnellata, rispetto alla tariffa di 67 euro a tonnellata concordata, al netto di un contenzioso giuridico tutt’ora in atto, con Nubile. Questa dovrà adeguarsi a una serie vi prescrizioni in materia ambientale imposte dalla Regione, affinché la discarica di Autigno possa riaprire. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città sempre più sommersa dai cumuli di rifiuti, ma "l'emergenza sta per finire"

BrindisiReport è in caricamento