Cittadella, forzati i distributori di snack

BRINDISI - Le merendine non le hanno volute, non si sa se, almeno, si sono serviti di Coca o acqua minerale. I soldi li hanno presi di sicuro, ed è la seconda volta in meno di due mesi. Gli scassinatori di distributori automatici si sono rifatti vivi in Cittadella della Ricerca. Non sono famosi come i colleghi delle varie Croma, ma entrano dove vogliono. Forse hanno persino le chiavi, almeno quelle delle porte di accesso. E si sono ripassati con solo gli edifici che ospitano le due facoltà universitarie e le aule, ma anche alcune sedi di centri di ricerca, come l'Enea.

Distributori scardinati all'università

Distributori scardinati all'università
BRINDISI - Le merendine non le hanno volute, non si sa se, almeno, si sono serviti di Coca o acqua minerale. I soldi li hanno presi di sicuro, ed è la seconda volta in meno di due mesi. Gli scassinatori di distributori automatici si sono rifatti vivi in Cittadella della Ricerca. Non sono famosi come i colleghi delle varie Croma, ma entrano dove vogliono. Forse hanno persino le chiavi, almeno quelle delle porte di accesso. E si sono ripassati con solo gli edifici che ospitano le due facoltà universitarie e le aule, ma anche alcune sedi di centri di ricerca, come l'Enea.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un giro completo di raccolta del contenuto delle cassette che raccolgono le monete delle macchine che distribuiscono caffè, snack e bibite piazzate in giro nel comprensorio scientifico-tecnologico. Il bottino è imprecisato. E dovendo caricarsi del peso delle monete, i ladri pare non abbiano toccato altro, preoccupandosi solo di rendere inoffensive le telecamere per non essere ripresi mentre edrano all'opera. Si ritiene che siano entrati a piedi - e non potrebbe essere diversamente, perchè c'è la ronda delle guardie giurate - superando la rete di recinzione, e apiedi se ne sono andati sino al mezzo che li attendeva all'esterno. La scoperta del furto seriale questa mattina. Indagini in corso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terrore in strada: moglie getta acido addosso al marito, lui è grave

  • Muore soffocato da un pezzo di focaccia

  • "Dacci 50mila euro o ti bruciamo gli ulivi": ma l'imprenditore sporge denuncia

  • Aggredito con l'acido dalla moglie: uomo stabile ma gravissimo

  • Bimbo di 10 anni si accascia in strada: un vigilante gli salva la vita

  • Allarme clima: la provincia di Brindisi è quella che si sta riscaldando di più

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento