rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca Carovigno / Via Damiano Chiesa

Tensioni a Torre Guaceto: incendiate le auto di due pescatori della riserva

Nello scenario di gravi fatti che si stanno verificando da un anno intorno alla riserva di Torre Guaceto (aggressioni, incendi, danneggiamenti contro beni del personale) si innestano che dei problemi riguardanti le persone che ruotano intorno all'area, come chi pesca al suo interno. A tal proposito, risale alla scorsa notte un incendio

CAROVIGNO – Nello scenario di gravi fatti che si stanno verificando da un anno intorno alla riserva di Torre Guaceto (aggressioni, incendi, danneggiamenti contro beni del personale) si innestano che dei problemi riguardanti le persone che ruotano intorno all’area, come chi pesca al suo interno.  A tal proposito, risale alla scorsa notte un incendio che ha danneggiato la Ford Fiesta di un pescatore di 47 anni che si trovava parcheggiata in via Damiano Chiesa, nel centro di Carovigno, a pochi passi dall’abitazione dell’intestatario.

Le fiamme hanno cominciato a prendere consistenza intorno alle 3. Le lingue di fuoco sono state notate da una guardia giurata dell'istituto di vigilanza Siska, impegnata in un giro di pattugliamento, che ha citofonato all'abitazione del proprietario e ha utilizzato l'estintore di cui è dotata l'auto di servizio per spegnere l'incendio, prima ancora dell'arrivo dei vigili del fuoco del distaccamento di Ostuni. I pompieri, non avendo trovato tracce di dolo, non si esprimono sulla natura del rogo. Il 47enne ha una barca ormeggiata nel porticciolo di Specchiolla.

Spetterà ai carabinieri della locale stazione, intervenuti per i rilievi del caso, chiarire la faccenda. Non si esclude ad ogni modo che questo episodio possa avere una matrice comune con il rogo che la scorsa settimana aveva investito l'auto, parcheggiata vicino al porticciolo di Villanova, di un altro pescatore carovignese con autorizzazione di pesca nell'oasi.

La pista battuta dai militari è dunque quella dei dissidi maturati fra pescatori nell'ambito della riserva. Potrebbe infatti trattarsi di attentati perpetrati da persone che pescano di frodo nell'oasi e che hanno preso di mira chi è munito di regolare autorizzazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensioni a Torre Guaceto: incendiate le auto di due pescatori della riserva

BrindisiReport è in caricamento