Birilli di cocaina: arrestata, condannata e scarcerata

Maria Valente, 42 anni, di Carovigno, processata per direttissima dopo la perquisizione dei carabinieri

CAROVIGNO – Birilli di cocaina trovati sia nella casa di residenza che in quella corrispondente al domicilio: con l’accusa di spaccio di droga Maria Valente, 42 anni, di Carovigno, è stata arrestata, condannata a sei mesi, pena sospesa, per direttissima e rimessa in libertà.

Il controllo dei carabinieri

La perquisizione è stata condotta dai carabinieri della stazione di Carovigno nella mattinata di oggi: i militari hanno trovato 27 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e 60 euro, somma considerata provento dell’attività di spaccio di droga. La donna, quindi, è stata posta ai domiciliari su disposizione del pm di turno.

FOTO DROGA VALENTE MARIA 2-2

Il processo

Il pubblico ministero Giovanni Marino ha chiesto il processo per direttissima divanzi al giudice Orazio del Tribunale di Brindisi. L’udienza si è tenuta sempre nella mattinata di oggi e la donna, assistita dall’avvocato Vincenzo Lanzillotti, si è avvalsa della facoltà di non rispondere.

La difesa

Il penalista, tenuto conto dello status di incensurato, ha chiesto la sospensione della pena, accordata dal giudice dopo aver chiuso il conto in nome della giustizia a sei mesi. Di conseguenza, la donna è stata rimessa in libertà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bomba, App di un brindisino emigrato a Londra dopo la laurea

  • Scontro fra auto e bici: muore infermiera, un arresto per omicidio stradale

  • Bomba, centro commerciale Le Colonne: il 15 dicembre apertura anticipata

  • Bomba: le direttive sull'evacuazione e l'elenco aggiornato delle vie

  • Ospedale Perrino, l'oncologa Palma Fedele premiata per empatia con le pazienti

  • Bombe, Torino: evacuati in 10mila. Il 15 dicembre toccherà ai brindisini

Torna su
BrindisiReport è in caricamento